Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Lug 30, 2019 660volte

Castellaneta (TA) - 2^ Corsa del Mito e Gara delle 7 Chiese

La partenza La partenza Foto Roberto Annoscia

28 Luglio - Duro e spettacolare, difficile ma denso di arte il tracciato del giro da percorrere tre volte per completare gli 8400 metri compressivi per tagliare il traguardo della Corsa del Mito e Gara delle 7 Chiese di Castellaneta, in provincia di Taranto.
Giunta alla seconda edizione del nuovo corso, questa manifestazione si svolge quasi interamente nel centro storico, in un alternarsi continuo di pendenze, con numerosi scalini da scendere, le sette Chiese da tangere, un tratto sulle antiche chianche, il passaggio davanti alla statua di Rodolfo Valentino, il belvedere e via a ripetere il tutto.

Corsa, tecnica, arte, fede, passione, cinema si vanno a mixare in un continuo cambio di ritmi, sensazioni, piaceri, interessi e difficoltà. 
Tutti molto soddisfatti allora i 217 atleti tesserati Fidal (in leggero decremento rispetto ai 236 di un anno fa) per una manifestazione ben allestita e ben gestita dal locale Club Runner 87, presieduto da Giuseppe Coriglione.

Quartier generale fissato in Piazza Umberto 1° dove si ritirano in rapidità le buste contenenti pettorali e chip; 7 euro la tassa di iscrizione (1 in meno per chi ha il chip annuale rinnovato) con consegna di sacca in tessuto contenente la maglia tecnica celebrativa e diversi prodotti alimentari.  A disposizione degli atleti la solita struttura dei bagni pubblici, pulita ma poco adatta alle signore, che fanno, infatti, tutte ricorso ai bar in zona, con i gestori già in precedenza sensibilizzati dagli organizzatori.

La voce della manifestazione è quella del professor Agostino De Bellis, da sempre uomo di sport, bella presenza e parlata chiara, che avrà il merito di citare ed incitare tutti i partecipanti per ben tre volte.

Giornata calda e afosa nella mattinata, poi per fortuna nettamente migliorata, con tasso di umidità in ora di avvio ragionevole e temperatura mitigata dal venticello che permettono di non boccheggiare.
Rilievo di tempi e passaggi tramite chip affidata alla sapiente gestione di Vito Candela e collaboratori (Icron), che collaboreranno con i Giudici della sezione di Taranto.
Prima del via lezione di fitness e di riscaldamento con gli insegnamenti pratici di Angela Azzone, una forza della natura, pronta poi immediatamente a mettersi in moto per partecipare alla gara.

Agli Atleti Fidal si aggiungono una cinquantina di cosiddetti liberi, che si accoderanno una volta partiti i competitivi; partenza fissata per le ore 18.30 e che avviene in maniera ordinata e corretta con tutti i partecipanti fermi dietro la linea di via, per poi – allo sparo del Giudice - scattare rapidi in leggera salita e svoltare a sinistra per cominciare il tour nella città vecchia.

Assente Cangiulli, vincitore un anno fa, i favori per il successo finale sono per Gianni Rizzi, secondo nella passata edizione: dovrà solo guardarsi dai suoi fratelli di sponsor tecnico, gli altri due “Top runner”, Antonio Francolino e Francesco Marotti.
In campo femminile, i pronostici indicano Viola Giustino come favorita, ma occhio ad Ilenia Colucci, un anno fa vincitrice, sempre temibile…

E, in effetti, già il primo passaggio conferma quanto pronosticato: Rizzi guida tra gli uomini, seguito da Francolino e Marotti; tra le donne, è già distante Giustino, segue Colucci tallonata da Rosita Rella.  

A posizioni oramai delineate, nel terzo giro comincia il gioco dei doppiaggi: mentre in tanti completano il secondo giro, Gianni Rizzi, tesserato per l’Atletica Leone San Marco Pordenone per motivi lavorativi, ma laertino purosangue, allenato da Lino Tucci, va a chiudere vittorioso in 29:33.
Dopo il lungo viaggio insieme, solo nel finale Francesco Marotti (US Giovani Atleti Bari) ha la meglio in 30:17 su Antonio Francolino (Fiamma Olimpia Palo), terzo in 30:32; il podio è completo, un plauso ai primi tre che non si sono certamente risparmiati.
Mino Demito (Atletica Amatori Cisternino) è quarto in 32:30, davanti a Giovanni Prisco (Atletica San Giovanni Bosco Palagianello), quinto in 32:37, a Giovanni Gelsomino (Gioia Running), sesto in 32:45, e a Salvatore Mele (Runners Ginosa), settimo in 32:58. Splendido sprint tra Alessandro Belotti (Apuliathletica San Pancrazio Salentino) che, reduce da Castelbuono, ha la meglio su Gaetano Gadaleto, castellanatese tesserato per la ASD Correre Oltre: entrambi sono infatti classificati in 33:15, ottavo e nono; Nicola Valentini (Taranto Sportiva), in 33:24, chiude la top ten maschile.

Tra le donne, Viola Giustino (US Giovani Atleti Bari) fa gara a parte e, nonostante una certa difficoltà nello scendere velocemente i gradini (come confesserà nel post gara) si afferma agevolmente in 32:50; ottima anche Ilenia Colucci (Alteratletica Locorotondo), che chiude seconda in 34:55, con la sempre generosa Rosita Rella (N.E.S.T. Lecce), terza in 36:07.
Quarta posizione per Mariangela Di Lena (Nuova Atletica Laterza) in 39:20, davanti a Regina Marta Okrasa (Bernalda Runners), quinta in 40:14, e alla ginosina Ilaria Pizzulli (Pisa Road Runners Club), sesta in 40:52. Mariantonietta De Tommaso (Dof Amatori Turi), è settima in 41:04, seguita da Samanta Cirillo (Smart Runners Gravina), ottava in 41:20, e da Eufemia Quaranta (Podistica Grottaglie), nona in 41:30. A chiudere il treno delle donne più veloci, ecco Margherita Pignatelli (Triathlon Taranto), al traguardo in 41:34.  

A chiudere gli arrivi dei competitivi, ecco Elisa Totaro (Club 87 Runners Castellaneta) in 1:02:53 e il rientrante Vito Armento (Runners Ginosa) in 1:11:06, mentre ancora qualche libero deve arrivare…

Da segnalare la presenza in gara di Gemma Settembrini e Rocco Gigante, due rappresentanti del GAP Saronno, e di Francesco Petrella, iscritto per il Montebelluna Veneto Banca, che si sono ottimamente “difesi”.

Ristoro finale con acqua e confezione da mezzo chilo di uva locale, ottima per ritrovare le forze e recuperare le energie spese.

Pronte all’istante le classifiche, si può cominciare la cerimonia di premiazione, anche per lasciare in orario palco e piazza alle esibizioni di scuole danza e gruppi musicali.
Si comincia logicamente dai due vincitori assoluti, Rizzi e Giustino, premiati con trofeo, per poi passare ai migliori di ciascuna categoria tutti compensati con coppa, fino a giungere alle prime tre società per numero complessivo di atleti giunti al traguardo. Sarebbe prima la società organizzatrice (28 arrivati) che, ospitalmente e sportivamente, si mette da parte e pertanto vince l’Atletica San Giovanni Bosco Palagianello con 24, su Runners Ginosa (16) e Taranto Sportiva (12).

I saluti del professor Agostino, l’invito a rimanere in Piazza per gustare la serata con balli e canzoni, e la manifestazione è ufficialmente conclusa.

Giudizio positivo, a cominciare dallo spettacolare e blindato tracciato per finire con la gestione della gara; da migliorare magari il controllo sul viale di arrivo, troppo spesso attraversato da gente incurante del pericolo e dai camerieri del bar, “costretti” a passare più volte per raggiungere i tavolini posti in piazza. E magari, per quanto riguarda le premiazioni, aggiungerei un “pensierino” alla coppa, per soddisfare al meglio chi ha meritato di salire sul podio.  

Un bravo quindi agli organizzatori, in attesa di rivederci il 24 novembre per il gran ritorno del Corripuglia, il giusto premio per la decisa ripartenza di questa attiva Associazione.  

1 commento

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina