Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Set 13, 2019 Francesca Andone 397volte

Bibione (VE) – 6^ Bibion Run 10 Miles

La partenza La partenza Foto Facebook

8 settembre - Ci sono corse alle quali rimango particolarmente legata e che diventano ogni anno appuntamenti fissi in calendario. Una di queste è la 10 miglia di Bibione, forse per la possibilità di fare una gara con un po’ di km prima delle mezze autunnali o, molto più probabilmente, perché correre al mare in un weekend di settembre è per me l’ultima possibilità di vedere e salutare l’enorme distesa azzurra prima del lungo e grigio inverno di pianura.

Per il terzo anno di fila mi ritrovo in griglia pronta per partecipare alla 10 miglia, mentre la 20 miglia (2 giri) partiva mezz'ora prima.

[ Per il comunicato ufficiale vedi http://podisti.net/index.php/cronache/item/4761-bibione-ve-6-bibione-is-surprising-run.html ]

Quest’anno le gare sono state spostate a domenica mattina, anticipando la “Bibione in Rosa” (marcia non competitiva riservate alle donne) al sabato pomeriggio. Preferivo la vecchia formula, correndo la sera e avendo il resto del weekend per godermi Bibione e il mare. Quest’anno però dal punto di vista meteorologico va meglio così. Sabato pomeriggio io e la mia amica Barbara riusciamo a goderci la spiaggia, mentre a pochi minuti dalla partenza ci ritroviamo sotto un forte acquazzone. Arriva lo sparo, quando il temporale è al massimo della sua forza, la direzione della gara è nel senso opposto a quello degli anni precedenti e dopo poco più di 1 km corriamo sulla pedonale che costeggia il mare (negli anni precedenti questo tratto era invece a metà gara). Mentre la pioggia continua a scendere copiosa e a battere sulla pelle, la corsa diventa uno slalom fra le ampie pozzanghere che si sono rapidamente create sul percorso. Passato il 5° km, la pioggia si calma e il sole inizia ad aprirsi uno spiraglio fra le nuvole, rendendo il cielo e il mare nuovamente luminosi.

Finito il lungomare, vediamo il cartello del 6° km e imbuchiamo un pezzo di strada non presente gli scorsi anni: “No, lo sterrato!”, il mio disappunto per il nuovo terreno non mi permette di apprezzare il paesaggio che si apre di fronte a me. Percorriamo la ciclabile non asfaltata che porta al faro, delimitata da entrambi i lati da una staccionata in legno. Sulla sinistra ci affianca una fitta vegetazione verde, mentre a destra si estendono i km di spiaggia libera che ora il sole, sempre più presente, fa brillare nel suo caratteristico color oro.
Mentre attraversiamo un pontile in legno cerco di tener duro, il passo sta diventando sempre più lento e non riesco più a vedere Barbara davanti a me. Il nuovo tratto disegna una specie di arco e tornando sul percorso parallelo, a fatica godo della bellezza della laguna alla nostra destra. Do un’occhiata al gps per non rallentare troppo e schivo qualche buca riempita di acqua dal temporale.
Al 12° km ritorniamo sul tanto amato (per me) asfalto, incontrando l’ultimo ristoro (uno ogni 4 km) cerco di recuperare il passo dei primi km. Giriamo in una via alberata prima di sbucare su un’altra ciclabile nella quale riesco a recuperare qualche posizione. Attraversiamo la strada (in un incrocio non bene presidiato) e ci immettiamo nel cuore del paese per fare il nostro arrivo trionfale sul viale principale, mentre i turisti incuriositi si sporgono dai marciapiedi ad incitarci.
Ultimi 500m, vedo il gonfiabile e do tutto! Finito, ecco la splendida e colorata medaglia di Bibione al collo. A fine gara ritrovo Barbara e conosco Nunzia, ci scambiamo opinioni e complimenti, usufruendo del ricco ristoro finale, peccato per l’assenza di deposito borse che ci costringe ad andare subito in albergo per cambiarci.

Lascio Bibione pensando: “Ci vediamo l’anno prossimo”, amo questa 10 miglia, il nuovo percorso, anche se non veloce, è affascinante e presenta paesaggi molto suggestivi. Ogni volta questo evento mi regala splendidi weekend di corsa, amicizia e mare.

PS Ripeto che in alcuni punti la strada non era ben presidiata, ci vorrebbero più volontari lungo il percorso anche sulle ciclabili. Permane l’inconveniente della mancanza del deposito borse in zona partenza/arrivo.

CLASSIFICA MASCHILE

1 ZANARDO FRANCO soc. CIMAVILLA RUNNING TEAM 01:00:52
2 ROMANO SALVATORE soc. ATL. SAN MARTINO COOP CASARSA 01:00:57
3 TOFFOLI GABRIELE soc. ATL.AGORDINA 01:01:31

CLASSIFICA FEMMINILE

1 GAVARRETTI SILVIA soc. ATL. TRICHIANA 01:04:40
2 PIERETTI LAURA soc. LBM SPORT TEAM 01:05:19
3 GIACOMUZZI BARBARA soc. ATL. CORTINA C. RURALE CORTINA 01:06:10

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina