Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ago 15, 2021 Giorgio Pesenti 1467volte

San Carlo (Ticino, CH) - The Great Waterfall Skyrace per Elazzaoui e Mayer

I premiati maschili I premiati maschili Foto Pesenti

14 Agosto - Sul percorso di 24,5 km (D+ 2.400 D- 2.200) con tratti tecnici da brividi tra laghetti alpini e cime maestose dove regnano camosci e marmotte, gli skyrunner hanno superato innumerevoli gradini e gradoni, che in salita sono stati di aiuto per la marcia, ma che invece in discesa, data l’irregolarità della grandezza dei lastroni, hanno reso la corsa assai difficile da gestire tanto che gli arresti continuati delle leve - a discesa terminata - hanno segnato le fibre muscolari di tutti i corridori del cielo. 

Lo start delle ore 7.00 è avvenuto a San Carlo, ultimo villaggio iconico della Val Bavona (diramazione della Valmaggia nel Canton Ticino) con le sue caratteristiche costruzioni in pietra dove sopravvive l’arte di non usare cemento per assemblare le abitazioni. Addirittura, San Carlo è l’unico villaggio della Val Bavona che usa energia elettrica, mentre gli altri villaggi hanno scelto di usare l’energia fornita dai pannelli solari: a San Carlo, però, tutti i fili che portano corrente alle abitazioni sono stati interrati per non deturpare l’ambiente. 

Dopo la partenza, per circa 5 km la competizione ha avuto 200 metri di dislivello in discesa, e in testa alla gara si è posto un sestetto formato dai tre campioni del team Autocogliati pegarun, Jean Baptiste Simukeka, Dennis Bosire Kiyaka e il bergamasco Sergio Bonaldi, dal marocchino trapiantato in Svizzera Elhousine Elazzaoui  e dai fratelli Roberto e Marco Delorenzi.

Poi, quando il terreno della skyrace ha fatto alzare il tasso tecnico, Elazzauoi e i due Delorenzi hanno fatto la differenza, anche perché questo trio aveva potuto provare il percorso di gara e ciò ha poi aiutato la corsa nella scalata al podio.

La Skyrace è stata vinta meritatamente da Elhousine Elazzaoui (Team Salomon) in 2h42’57”, secondo Roberto Delorenzi (team Vibram) in 2h43’47”, terzo Marco Delorenzi (Delo Vertical Coaching) in 2h49’18”, quarto Dennis Bosire Kiyaka in 2h52’39”, quinto Jean Baptiste Simukeka in 3h08’04” e sesto Sergio Bonaldi in 3h12’22”.

 La Skyrace femminile è stata dominata dalla tedesca Paula Mayer (Salviamo l’Orso) in 3h42’38”; seconda e terza due svizzere, Melanie Tunesi in 4h15’53” e Valeria Cattaneo in 4h35’50”.        

A commento finale aggiungo con piacere che in val Bavona l’amalgama tra l’uomo e la natura riesce a dare il meglio di sé, e i visitatori portano a casa dei ricordi indelebili.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina