Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mar 21, 2022 Natalina Masiero 1283volte

Il mio solito 110 e lode alla Ultrabericus

In quel mucchio ci sono anch'io... In quel mucchio ci sono anch'io... Ultrabericus-Roberto Mandelli

Ho mantenuto il titolo di Senatrice e pure il record di più vecchia partecipante. 
C'è chi mi accusa di essere una "lecchina" nei confronti del gruppo degli Ultraberici, ma non è assolutamente vero. Mi lega sì una lunga amicizia, ma ciò che li fa "amare" è la profonda stima nei confronti di un’organizzazione che non lascia mai nulla al caso. La scorsa settimana mi ero fatta una trentina di chilometri per "controllare" il balisaggio. Percorso segnato in modo eccelso.

E sabato 19, finalmente, il via alle 10 dalla Piazza dei Signori a Vicenza. Non ho avuto il coraggio di partecipare alla 100 km, mi sono accontentata dei più modesti 65. Temperatura ideale e clima festoso. Dopo essere transitati per tutto il centro di Vicenza subito la rampetta verso il Santuario della Madonna di Monte Berico, patrona del vicentino. 
Quest'anno si girava subito a sinistra in mezzo a prati, tra continui saliscendi. Avevo il timore di non passare il cancello, gli anni avanzano e io sono sempre più lenta. Lo passo con 20 minuti di anticipo e dopo uno stop di pochi minuti riparto tutta contenta.

I ristori erano forniti di tutto e di più, e i volontari sono stati di una gentilezza assoluta. Tanti Alpini, assistenza unica. Passo anche il secondo cancello, sempre con una ventina di minuti di anticipo e mi rincuoro.
L'aria si fa frizzantina ma, come tutti sanno, io parto anche nel mese di agosto con i mutandoni di lana dentro lo zaino. Sto bene, non ho ancora fatto capitomboli visto che il terreno è molto secco. Ma penso già a San Donato, dove si transita a metà percorso. Costeggiamo i famosi Covoli dei Monti Berici e incrocio Margherita, compagna di squadra e sempre con la battuta gentile.
Non ho GPS ma un orologino da 40 euro che non guardo mai. Salire all'Eremo di San Donato è sempre stato per me una sofferenza, quest'anno no.

E arrivo al mega ristoro. Luciano mi consiglia un paninetto con lo speck. Avendo problemi di stomaco, vorrei rifiutare, ma alla fine accetto. NESSUN PROBLEMA. Salgo la scalinata dove mi attende Lorenza per “cippare” il passaggio. Sono già trascorse più di cinque ore dalla partenza e mi dò una mossa. Qualche crampo inizia a darmi il tormento ma trovo sempre qualche anima buona che mi tira la gamba. STO BENE. Incrocio amici o conoscenti e tutti si congratulano per la mia testardaggine nel non mollare. Tra me e me, penso che alla mia età farei bene a starmene a casa come fa mia sorella…

Arrivo al quarto cancello, e qua apro la mia solita parentesi. Sorvolo sul ristoro nello stile "banchetto", parlo però dei "tre dell'Ave Maria": Cunegatti, Massimo e Marietto. Mi conoscono da tantissimi anni e mi prendono sempre in giro. Dopo aver riempito la borraccia, non ricordo più da che parte andare. Ma come, dice il Cunegatti, devi andare a destra. Rincara la dose il burlone Marietto:"sono dieci anni che partecipi e ancora non sai da che parte andare?". Diventerà vecchio anche lui!

Inizia l'imbrunire e tiro già fuori la frontale dallo zaino. Azz...niente, è carica… ma niente. Apro la scatoletta e finalmente si accende. Ho però trovato tre ragazzi che si sono offerti di illuminarmi con la loro.

Passo l'ultimo ristoro e l'ultimo cancello. Sotto vedo le luci stupende di una signora Vicenza e "volo". Monte Berico, scalette e finalmente Piazza dei Signori. 
10 ore e 48 minuti. 55^ su 71 donne. Non male per una che a Natale compirà 70 anni.

https://trailive.wedosport.net/it/ultrabericus-trail-2022/ultrabericus-integrale/classifica

STO BENE e sono al colmo della felicità.

Grazie Ultraberici. Per l'ennesima volta meritate 110 E LODE!

1 commento

  • Link al commento Martedì, 22 Marzo 2022 08:57 inviato da Barbara

    Super Natalina! Sei il nostro esempio di tenacia e caparbietà

    Rapporto

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina