Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 16, 2022 Claudio Romiti 233volte

Castelnuovo di Assisi: lo “Scopetto” premia “Paolino”

Castelnuovo di Assisi: lo “Scopetto” premia “Paolino” Comitato organizzatore

14 maggio - Dopo il blocco quasi totale delle competizioni a causa delle restrizioni sanitarie, in Umbria sta ripartendo quasi a pieno regime la stagione agonistica. Tra le competizioni più sentite soprattutto dai podisti di lungo corso, vi è senz’altro la “Corsa dello Scopetto”, disputata in quel di Castelnuovo di Assisi e organizzata sin dalla prima edizione dall’infaticabile Paolo Bracardi, detto Paolino.  Un personaggio molto noto nella comunità amatoriale della regione, in virtù del suo generoso ed infaticabile attivismo. Attivismo che, tra le altre cose, si manifesta, ovunque egli sia presente, nel distribuire a iosa volantini di qualunque gara cada sotto la sua percezione, a prescindere dal luogo in cui essa si svolga.
Il 14 maggio si è dunque disputata l’8° edizione dello “Scopetto”, che oramai per gli habitué delle corse umbre è la “corsa di Paolino”.  Ed è stato un successo clamoroso, considerando che, caso unico nell’intero panorama regionale, la partecipazione è stata di gran lunga superiore alla precedente edizione del 2019, quando ancora il virus della paura era ben lungi dal far la sua comparsa.  Con circa 220 iscritti nella prova agonistica ed oltre 50 intervenuti alla non competitiva, si è sfiorato il numero record di 300 partecipanti complessivi. Il che, per una manifestazione sportiva che tradizionalmente si svolge di sabato pomeriggio, con un orario di partenza non molto attrattivo, soprattutto per le alte temperature - per ragioni contingenti il via viene dato sempre alle 17 - , è senz’altro un ottimo risultato, che compensa il grande sforzo organizzativo gestito in prima persona dallo stesso Paolino.
La corsa, come sempre, si è svolta in un unico giro di 7 km apparentemente tutto pianeggiante. In realtà la prima metà del percorso tende leggermente a salire senza soluzione di continuità, inducendo soprattutto chi partecipa per la prima volta ad una poco ottimale distribuzione dello sforzo. Tant’è che, complice il primo caldo,  anche stavolta la pianura un po’ farlocca che si staglia come un enorme tappeto verde ai piedi di Assisi ha fatto “scoppiare” un buon numeri di atleti.  
Particolarità della gara, oltre alla splendida campagna che si attraversa, sono i cartelli di segnalazione della distanza percorsa, i quali risultano ben visibili ogni 500 metri, rendendo in qualche modo più agevole la distribuzione dello sforzo da parte dei podisti.
Fabio Conti, dell’Atletica Winner Foligno, già trionfatore della Grifonissima, ha dominato la gara, tagliando il traguardo in 22’28”, alla media di 3’13” al km. Secondo il promettente Marco Melchiorri, compagno di squadra del vincitore, e terzo Nicola Pirilli, dell’Atletica Avis Magione.
Assai più combattuta la corsa femminile, dove le prime tre arrivate sono racchiuse in una quarantina di secondi. Ha prevalso Martina Cappelletti, dell’A.S.D. Aperdifiato, in 27’11”, davanti a Flavia Bigarini della Podistica Lino Spagnoli. Ottima terza Emanuela Varasano, una delle beniamine locali, la quale corre con la stessa compagine di Paolino, la Podistica Volumnia Sericap che, insieme alla Pro loco di Castelnuovo, ha contribuito alla riuscita di questo magnifico pomeriggio di sport e di ritrovata convivialità. 
Inoltre la competizione, in cui si è riusciti a mantenere entro i 7 euro il costo di iscrizione pur premiando i primi 10 di categoria, era valevole come terza prova del rinnovato circuito Endas regionale. Una iniziativa che riveste anche un carattere promozionale in favore degli enti di promozione sportiva in generale, messi in chiara difficoltà dall’insostenibile leggerezza della runcard targata Fidal.

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina