Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 06, 2022 2008volte

New York (USA) - Maratona a Chebet, Meucci buon ottavo

foto S.Morselli foto S.Morselli



6 novembre 2022. Dopo due anni complicati per il Covid si torna a correre per le vie di New York, 51esima edizione. Tra gli atleti al via i campioni uscenti del 2021, Albert Korir e Peres Jepchirchir. Vincono i due keniani Evans Chebet e Sharon Lokedi.

Gara maschile

Dopo pochi chilometri prende il largo il brasiliano Daniel Do Nascimento che allunga decisamente sino ad accumulare un vantaggio sul gruppo di un minuto e mezzo al km 10, dove è passato in 28’42 ( a due secondi dal suo personale sui 10.000 metri!). Daniele Meucci, unico italiano elite al via, resta nel gruppo di testa per diversi chilometri.

Passaggio ai 21097 metri che, letto così, pare una follia: il brasiliano non solo porta il suo vantaggio ad oltre due minuti, ma realizza un incredibile 1h01’22 (a 20 secondi dal suo personale sulla mezza, altro dato incredibile). Segue il gruppo in 1h03’35; Meucci poco distante passa in 1h04’03, decima posizione.

Colpo di scena al km 28, pit stop per il brasiliano, si avvicina decisamente Evans Chebet (vincitore della maratona di Boston 2022 e l'atleta col miglior tempo di accredito al via, 2h03'00), che nel frattempo ha staccato gli avversari, ma non così nettamente. Al 105esimo minuto di gara crolla letteralmente Do Nascimento, si ferma e si sdraia a terra, gara finita.

Chebet pare lanciato verso la vittoria, con Shura Kitata, El Aaraby e Abdi Nageeye a una manciata di secondi, al km 35.

Km 41, Chebet mantiene un esiguo vantaggio su Kitata (12 secondi), ormai è una partita a due, segue Nageeye a un minuto.

Vince Evans Chebet col tempo di 2h08’41, con l’abbraccio di Claudio Berardelli (suo allenatore) e Gianni Demadonna (suo manager); secondo posto per Shura Kitata (2h08’53), terzo Abdi Nageeye (2h10'31), di nazionalità olandese, originario del Marocco. Evans Chebet ha corso 12 maratone nel corso della sua carriera, non andando mai peggio del 4° posto, invece vincendo gare di altissimo prestigio, come Boston, Valencia e oggi New York.

Ottima prestazione per Daniele Meucci, che nonostante un calo nella parte finale conclude in ottava posizione, tempo 2h13'29.

Gara femminile

Al passaggio della mezza maratona, in 1h12’07, sono una dozzina le atlete a condurre, tra queste Hellen Obiri, due volte campionessa del mondo sui 5.000 metri (2017 e 2019).

Km 30, sono  rimaste in tre: Obiri, Gotytom Gebreslase, Viola Cheptoo, che sembrano avvantaggiarsi sul resto del gruppo ma poco dopo vengono raggiunte da Lonah Salpeter e Sharon Lokedi, all’esordio sulla distanza.

Km 40, sono rimaste in tre: Salpeter, Lokedi e Obiri, che segue a pochi metri. Di qui a poco attacco deciso della Lokedi, ma Salpeter resta vicino. All’altezza di Colombus Circle si rientra in Central Park, dieci metri separano le due atlete. Vince la Lokedi, una vittoria sorprendente, e con un tempo eccellente, 2h23’23, secondo posto per Salpeter (2h23’30) e terzo per Gebreslase (2h23'39). Una curiosità: La Lokedi è l'ottava atleta a vincere all'esordio nella storia della NYCM. 

Presenza italiana in calo (2222 vs 2844 nel 2019), tuttavia in base al numero degli iscritti risulta sempre la nazione più numerosa, dopo gli Stati Uniti e prima di Francia (1948) e Gran Bretagna (1915).

Questi i migliori risultati degli uomini: 1) Daniele Meucci, 2h13'29 2) Pietro Sartore, 2h37'25 3) Luca Quarta, 2h38'05 

e questi delle donne: 1) Vannina Dal Santo, 3h07'12 2) Gabriele Lanci, 3h08'41 3) Paola Rodriguez Giustiniani, 3h15'06

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina