Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 12, 2019 772volte

Busto Arsizio (VA) – Soffientini, bis in maratonina e accoppiata col Lago Maggiore

Podio maschile 28^ Maratonina di Busto Arsizio Podio maschile 28^ Maratonina di Busto Arsizio Foto di Fabio Maderna

10 novembre - Se la memoria non mi inganna, mancavo da Busto (come spettatore si intende), da due anni e, se le previsioni meteo non fossero cambiate, probabilmente avrei saltato un altro anno. Non che mi fidassi al 100% delle nuove previsioni, ma la fiducia è stata ben riposta e il clima è stato perfetto.
Il Palascastiglioni, con i suoi spazi, è sempre una certezza e ha accolto comodamente i partecipanti sia alla Maratonina, che quest’anno spegneva le 28 candeline e per l’occasione era anche campionato provinciale di categoria, che alla 9,9 km non competitiva. A proposito di questa manifestazione, le migliorate condizioni metereologiche hanno dato impulso alle iscrizioni e ieri mattina chi si iscriveva - e non erano pochi in coda - doveva lasciare un contatto per ricevere l’ormai esaurita maglia.
Come al solito Busto accoglie i partecipanti della mezza con la giornata ecologica, ma come in passato non è un blocco rigido del traffico e qualche macchina in giro si vede lo stesso.
Poco prima delle 9,00 via Cadorna, a qualche centinaio di metri dal Palacastiglioni, si riempie dei partecipanti alla 9,9 km che entrano nelle griglie già predisposte per chi, mezz’ora più tardi, attenderà lo sparo della mezza maratona. In realtà alle 9,30 sono partiti i 'Maratonabili' mentre per la mezza si è dovuto aspettare qualche minuto: poi i quasi 1400 partecipanti si sono messi in “moto” sul percorso ormai collaudato con la sola variante del mancato passaggio sulla pista di atletica, a circa metà gara, per i lavori di ristrutturazione.
Mentre aspettavo la partenza ho incrociato Andrea Soffientini, vincitore dell’edizione n. 27 e reduce dalla vittoria di domenica scorsa nella maratona del Lago Maggiore, e gli ho chiesto se pensava di fare il bis; la sua risposta era stata “speriamo!”. Fra gli altri “famosi”, Giuseppe Molteni e Massimiliano Milani, l’atleta di casa reduce dalla maratona di New York dove è risultato il primo degli italiani.    
Dopo la partenza, mi sono spostato verso il 13° km, non lontano dal Palacastiglioni, e poco dopo la mezz’ora di gara il primo a passare è stato proprio Andrea seguito, come un’ombra, da un ragazzo che non conoscevo e che in un secondo momento ho scoperto essere Andrea Nervi, arrivato quarto nel 2018. Quando li ho visti passare mi sono chiesto se Andrea avesse smaltito la fatica della maratona tanto da resistere al suo avversario. Abbastanza staccata un’altra coppia formata da Giuseppe Molteni e Massimiliano Milani mentre da lontano li seguiva Mattia Parravicini.
La prima donna è passata accompagnata da un gruppetto di uomini e qualcuno intorno a me ha osservato come fossero ... poco cavalieri nel lasciare tirare a lei. Molto staccata è passata la seconda che, solo quando mi è stata vicina, ho riconosciuto essere Karin Angotti, la forte atleta pavese che domina praticamente tutte le gare della zona, corte o lunghe che siano, come ogni domenica, o quasi, ci racconta Claudio Baschiera. Passata la terza donna, a debita distanza da Karin, ho abbandonato la postazione tornando all’arrivo, dove sono giunto in tempo per vedere la volata trionfale di Andrea Soffientini che ha stroncato la resistenza di Andrea Nervi con un poderoso allungo. Per Andrea un crono finale di 1:09:00 (lo scorso anno il suo tempo fu 1:10:22). Secondo Andrea Nervi in 1:09:10 e terzo Giuseppe Molteni in 1:11:22, mentre Massimiliano Milani deve aver pagata la fatica di New York perché ha finito al 5° posto rimontato dal sempreverde Mattia Parravicini, 4°.
Al femminile la vincitrice della 28^ maratonina di Busto Arsizio è stata Melissa Peretti, già prima al 13° km, con il tempo di 1:20:35. Melissa negli ultimi 8 km ha mantenuto, se non addirittura incrementato, il vantaggio su Karin Angotti seconda in 1:25:17. Terza si è classificata Antonia Giancaspero e, ad essere sincero, non sono sicuro che fosse lei la terza passata al 13° km. Antonia ha chiuso la sua gara in 1:25:47.
Dalla classifica finale sono 1308 gli atleti che si sono messi al collo la medaglia ricordo, mentre lo scorso anno erano stati 1165.

Informazioni aggiuntive

Fotografo/i: Massimo Villani

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina