Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mar 25, 2019 715volte

Non vedente completa mezza maratona accompagnato solo dai suoi cani guida

Non vedente completa mezza maratona accompagnato solo dai suoi cani guida Foto: www.cbsnews.com

Oggi vi raccontiamo la bella storia di Thomas Panek, un uomo che attorno ai vent’anni di età ha perso la vista, ma non si è certo perso d’animo. Domenica 17 Marzo ha terminato la mezza maratona di New York in 2 ore e 20 minuti. Chi completa 21 chilometri merita già tutto il nostro rispetto. Se si tratta di una persona non vedente ancora di più. Tuttavia, ciò che ha reso eccezionale la sua prova, deriva dal fatto che ci è riuscito senza nessuna persona ad assisterlo. I suoi tre angeli custodi che si sono alternati alla guida si chiamano Westley, Waffle e Gus, ma non sono esseri umani. Si tratta di tre cani. Labrador retrivers che hanno frequentato un’apposita scuola fondata proprio da Panek. Una associazione no-profit creata proprio per addestrare gratuitamente gli animali ad assistere chi si trova nelle sue condizioni ed ama correre. Adesso ci aspettiamo che Panek voglia riprovarci in maratona. Ne ha già corse più di venti, ma con il nuovo special team, magari rinforzato da qualche elemento, sarà tutta un’altra cosa.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina