Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Set 03, 2020 19692volte

Trofeo Don Kenya Run e Miglio Ambrosiano: aggiornamento al 4 settembre, 3 batterie elite

da sinistra Giorgio Rondelli, Giampietro Boscani, Genny Di Napoli, Alessandro Nasta, Fulvio Frazzei da sinistra Giorgio Rondelli, Giampietro Boscani, Genny Di Napoli, Alessandro Nasta, Fulvio Frazzei R.Mandelli

ATTENZIONE: in base al nuovo protocollo Fidal del 3 settembre per le gare in pista, è ora possibile correre in batterie fino a 12 atleti. 

SERVIZIO FOTOGRAFICO 

Si è tenuta oggi, presso l’hotel Una di San Donato Milanese. la conferenza stampa di presentazione della gara sulla distanza del miglio (1609,14 metri) che si correrà sabato 5 settembre. Obiettivo dichiarato, certamente ambizioso, battere quel 3:51:96 realizzato da quel campione che risponde al nome di Genny Di Napoli. E’ una bella circostanza, fortemente voluta, che il tentativo avvenga proprio qui, sulla stessa pista del record fatto nell’ormai lontano 1992.

Ha condotto la presentazione Giampietro Boscani, che sarà anche lo speaker della gara. Ecco l’elenco degli intervenuti e la sintesi dei commenti.

Genny Di Napoli: “L’atletica non attraversa un periodo felice e proprio per questo ha bisogno di nuovi campioni, questa manifestazione è la piattaforma ideale per rilanciarla e sono felice che si tenga proprio nella mia cittadina. Credetemi se dico che sarei contento se venisse battuto il mio record, nella mia vita ho sempre puntato maggiormente alle medaglie, che restano per sempre, invece i record sono fatti per essere battuti, ed è ora che il mio antico 3:51:96 venga migliorato”.

Fulvio Frazzei (responsabile del Club il Miglio e co-organizzatore della manifestazione, con la ASD Atletica Ambrosiana): “Noi porteremo quantità e qualità partecipativa a livello master, come da nostra tradizione (e quest’anno sarà il 30° miglio Ambrosiano), e sono particolarmente felice di questa bella combinazione con il mondo dei professionisti. Sarà una gara top, a tutti i livelli. Sono oltremodo contento che proprio con questa importante gara riparte il nostro circuito, dopo San Donato sarà la volta di Lonato (BS) e Pioltello (MI).

Alessandro Nasta (presidente gruppo sportivo Don Kenya Run): “Alle tante nostre attività nel settore si aggiunge questa perla, una gara di alto livello che darà ancora più importanza alla nostra ASD. Desidero ringraziare gli sponsor e tutti quelli che si sono adoperati per organizzare il 1° Trofeo Don Kenya Run – 30° Miglio Ambrosiano.

Gianni Mauri (Presidente Fidal Lombardia): “Un piccolo grande miracolo in un momento davvero difficile per la nostra atletica, e per il nostro paese, ecco la sintesi di questa manifestazione. E che sia di esempio e stimolo per altri appassionati organizzatori, peraltro tanti di questi sono già ripartiti".

Andrea Checchi (Sindaco di San Donato Milanese) “Questa pista, che una volta si chiamava Snam, negli anni ’80 e ‘90 ha visto correre grandi campioni e realizzare grandi prestazioni, a cominciare proprio dal record di Genny Di Napoli, ora è stata completamente rifatta e non potrebbe avere battesimo migliore di questo”.

Renzo Fugazza (presidente Studentesca San Donato “Mi associo al pensiero del sindaco, una gran bel modo di tornare a far rivivere questo centro sportivo; aggiungo, da allenatore nel settore della velocità, l’auspicio che ciò possa avvenire quanto prima anche per i velocisti”.     

Presenti in sala molte figure di primo piano del settore; a cominciare, tra gli altri, da Alberto Cova, Daniele Menarini (Correre), Cesare Monetti (RunToday), Fausto Narducci (Gazzetta dello Sport), Oscar Campari (Fidal nazionale).    

Composte le batterie degli atleti ad invito, sono tre maschili e due femminili. La prima comprende ovviamente Crippa, ma anche un certo Matthew Ramsden, un 23enne australiano in crescita, che già detiene un pb sul miglio di 3:53:32 ed ha recentemente corso i 2000 metri in 4’55 (media 2:27/km). Poi un altro australiano, che ha il miglior tempo di accredito sul miglio (3:31:06, ma piuttosto datato). Due altri italiani nella stessa batteria, Mohad Abdikadar e Yassine Bouih; anche l’albanese David Nikolli, che ormai è difficile non considerare italiano per la sua lunga permanenza da noi. Saranno tutti lì a “spingere” Crippa, e ovviamente a cercare di migliorare sé stessi, la gara pare quella giusta.

Esiste una possibilità che la Fidal, attraverso un’apposita autorizzazione, deroghi al protocollo che prevede massimo 8 atleti per batteria, nel caso verranno ricomposte di conseguenza. Un’altra importante notizia di cui dare conto è che verranno validati i tempi di passaggio ai 1500 metri; gli atleti dovranno tuttavia porre la massima attenzione, sia nel terminare comunque la gara, sia nel non rallentare/ostacolare in qualche modo gli altri partecipanti, pena la squalifica.

Riuscirà Crippa nell’intento di fare il record italiano? Di certo non sarà facile, però se guardiamo il suo recente 1500 metri corso in 3:35:26 viene da essere ottimisti, si tratta di correre la stessa distanza in pari tempo, o nei dintorni, e poi gli ultimi 109 metri in 17 secondi. Difficile, ma non impossibile. Le condizioni paiono ideali per questo tentativo, con almeno un atleta di pari livello (Matthew Ramsden, se non leggermente superiore) e due lepri accuratamente selezionate. La principale variabile potrebbe essere il meteo, ma penso che dopo il diluvio di Cles Crippa ora sia in credito con la fortuna.   

Quanto veloce si dovrà correre per fare il record? 2’23/km, poco più di 25 km/h.

Anche la seconda batteria uomini prevede atleti di elevato livello nazionale, secondo i personal best è Joao Bussotti il più forte, con 3:37:12 sui 1500 metri. Prevista una lepre.

Tra le donne è Giulia Aprile ad avere il miglior tempo di accredito, 4:15:80 sui 1500 metri, ma diverse atlete non sono lontane, infatti Ludovica Cavalli e Martina Tozzi hanno personali sotto i 4:20, invece Micol Maiori e Martina Merlo sono molto vicine a quel tempo, e si sono già migliorate nel corso del 2020. Anche qui prevista una lepre, per la prima batteria.  

Della gara master se ne occupa il collega Lollini, tuttavia in questo stesso articolo è doveroso menzionare tra gli atleti di alto livello anche un fenomeno del settore master, si tratta di Davide Raineri (M45). Si porta in dote la miglior prestazione mondiale sulla distanza del miglio, con 4:13:96, ma anche quelle italiane su 800 e 3000 metri.

Ecco la composizione delle batterie elite (ad invito), da notare come siano in tanti ad essersi migliorati nel 2020, nonostante il lock down che non ha certo aiutato nella preparazione. Altro dato a testimonianza del livello della manifestazione è che tra gli uomini sono presenti 7 atleti tra i primi 10 delle graduatorie nazionali, e i primi 4 assoluti. Tra le sono invece sono 6 su 10.

Podisti.Net è media partner della manifestazione e provvederà anche al servizio fotografico (Roberto Mandelli).

COMPOSIZIONE BATTERIE AGGIORNATE al 4 SETTEMBRE

Nome nascita Gruppo PB miglio PB 1500/anno
PRIMA SERIE UOMINI        
Yemaneberhan Crippa 1996 G.S. Fiamme Oro Padova   3:35:26 (2020)
Matthew Ramsden 1997 Australia 3:53:32 (2019) 3:35:82 (2020)
Ryan Gregson 1990 Australia 3:52:24 (2010) 3:31:06 (2010)
Mohad Abdikadar 1993 C.S.Aeronautica   3:36:54 (2018)
David Nikolli 1994 Cento Torri   3:39:19 (2020)
Yassine Bouih 1996 G.A. Fiamme Gialle   3:39:21 (2019)
Joao Bussotti 1993 C.S. Esercito   3:37:12 (2017)
Pietro Riva 1997 G.S. Fiamme Oro Padova   3:41:05 (2020)
Osama Zoghlami 1994 C.S.Aeronautica   3:41:28 (2020)
Pietro Arese 1999 SAF Atletica Piemonte   3:43:42 (2019)
Lepri        
Lorenzo Pilati (700 mt) 1996 Atletica Val di Non e Sole   3:43:70 (2017)
Adam Czerwinski (1200 mt)   Polonia   3:38:89 (2013)
         
SECONDA SERIE UOMINI        
Sebastiano Parolini 1998 Gr.Alpinistico Vertovese   3:45:41 (2020)
Yohannes Chiappinelli 1997 C.S. Carabinieri   3:47:70 (2017)
Ala Zoghlami 1994 G.S. Fiamme Oro Padova   3:43:68 (2017)
Giovanni Filippi 1998 U.S. Rogno   3:44:91 (2019)
Stefano Massimi 1992 SEF Stamura Ancona   3:47:21 (2020)
Leo Paglione 1991 Gruppo Sportivo Virtus   3:48:72 (2019)
Leonardo Feletto  1995 Atletica Mogliano   3:49:03 (2019)
Samuel Medolago 1995 Atletica Valle Brembana   3:49.84 (2019)
Andrea Ghia 1993 CUS Genova   3:49:92 (2019)
Zohair Zahir 1994 Cus Pro Patria   3:50:63 (2017)
Davide Raineri 1973 C.S. San Rocchino 4:13:96 (2019) 3:59:22 (2019)
Lepre        
Mor Seck 1998 Atl. Club 96 Alperia   3:38:88 (2014)
         
PRIMA SERIE DONNE        
Giulia Aprile 1995 C.S. Esercito 4:36:94 (2018) 4:15:80 (2018)
Francesca Bertoni 1993 C.S.Aeronautica   4:27:22 (2017)
Ludovica Cavalli 2000 Bracco Atletica   4:19:72 (2020)
Martina Tozzi 1999 G.A. Fiamme Gialle   4:19:41 (2019)
Martina Merlo 1993 C.S.Aeronautica 4:38:79 (2018) 4:21:20 (2020)
Micol  Majori 1998 Pro Sesto   4:21:62 (2020)
Elisa Palmero 1999 C.S. Esercito   4:22:95 (2019)
Raimonda Nieddu 1987 ASD Cagliari Atletica Legge   4:29:50 (2020)
Silvia Oggioni 1995 C.S.Aeronautica   4:27:36 (2016)
Gaia Colli 1999 Atletica Valle Brembana   4:29:78 (2020)
Chiara Spagnoli 1996 Pro Sesto   4:31:02 (2017)
Lepre        
Sophia Favalli (1000 mt) 2001 Free Zone   4:29:12 (2019)

 

Informazioni aggiuntive

Fotografo/i: Roberto Mandelli

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina