Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 04, 2022 Comunicato Stampa 202volte

Campionato Italiano Sky Speed, per il secondo anno ospitato dalla CUT Vertical

Un passaggio Un passaggio Foto Organizzatori

Il Campionato Italiano FISky fa tappa unica nel sud Italia per la specialità Sky Speed. Sarà infatti la Cut Vertical SkySpeed Race di Castellaneta (TA) a ospitare, per il secondo anno, gli atleti che si daranno battaglia sul tracciato che si snoda non troppo distante dal centro abitato. Organizzata dall’ASD La Fabrica di Corsa, questa gara è una bella opportunità per promuovere lo sviluppo dello skyrunning anche nel sud Italia. Sarà presente la Nazionale Italiana con una fornita rappresentanza di atleti under 20 

La CUT scalda i motori in vista di sabato 5 novembre. Tutto pronto per ospitare i Campionati Italiani Assoluti FISky Sky Speed nel cuore del Parco Terra delle Gravine. CUT, acronimo di Castellaneta Urban Trail, è una gara organizzata dall’ASD La Fabrica di Corsa con il Patrocinio del Comune di Castellaneta, della Provincia di Taranto e della Regione Puglia. Castellaneta ci crede e già dallo scorso anno si è fatta capofila per la diffusione e lo sviluppo dello skyrunning dove la corsa “a fil di cielo” è meno conosciuta e praticata, nel sud Italia appunto, nonostante i percorsi idonei non manchino. Il meteo per sabato non sembra promettere bene, ma la CUT non si arrende e, in caso di forte maltempo, la gara verrà posticipata nella mattinata di domenica 6 novembre. In trasferta a Castellaneta c’è una fornita rappresentanza degli azzurri, molti under 20 ma non solo, che coglieranno anche l’occasione di questa gara per un ultimo incontro con il CT Roberto Mattioli e il presidente Fabio Meraldi prima della (seppur brevissima) pausa che precede l’inverno. Diciamo brevissima le date del circuito SkySnow, che impegna i runner anche nella stagione più fredda, stanno per essere annunciate. Tra coloro che correranno sul tracciato, corto ma feroce, della CUT ci sono: Daniele Cappelletti, Marcello Ugazio, Roberto Giacomotti, Erik Brunod, Margherita De Giuli, Cristina Germozzi, Tommaso Romagnoli, Simone Dalle, Simone Fioroni, Angelica Bernardi, Gabriele Gazzetto, Andrea Bonacina, Antonio Corti, Milesi Lorenzo, Donatello Rota. 

Il percorso, breve ma molto intenso, è lo stesso dello scorso anno. 350 metri di sviluppo e 200 metri di dislivello positivo, resi ancora più impegnativi dalla presenza di 350 gradoni da salire nel minor tempo possibile. “La scalata dell’Acqua”, si chiama così il percorso della gara e in particolare i 350 gradoni da salire in velocità, costruiti dall’Acquedotto Pugliese nei lontani anni ‘40 per permettere ai suoi tecnici di manutenere la condotta situata ai piedi della Gravina Grande del Comune jonico. Un’opera dall’enorme valore storico per il territorio, a cui la competizione offrirà l’opportunità di essere scoperta ed apprezzata. 

La presenza della CUT nel calendario FISky è coerente con gli obiettivi che il presidente Meraldi si era prefissato fin dalla sua elezione, avvenuta ad aprile 2021, tra i quali figurava, una sempre più capillare diffusione della disciplina in ambito nazionale con il coinvolgimento delle molteplici società che promuovono lo skyrunning in tutta Italia.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina