Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ago 28, 2023 Claudio Romiti 1135volte

Brufa (PG), “Sulle strade del vino e dell’arte”

La locandina La locandina Rielaborazione R. Mandelli

27 agosto - Dopo gli anni oscuri della pandemia, nel panorama umbro delle competizioni amatoriali riprendono alla spicciolata le manifestazioni divenute da tempo un appuntamento tradizionale per i podisti della regione. 

Ultima della serie è senz’altro la gara che alla fine di agosto si svolge a Brufa, ridente frazione del comune di Torgiano. “Sulle strade del vino e dell’arte”, questo il titolo della kermesse sportiva, molto ben gestita dalla Grifo Runners di Perugia, di cui l’amico Daniele Falaschi rappresenta fin dalla prima edizione il principale motore organizzativo.

Quest’anno, dato l’opprimente caldo del periodo estivo, si è saggiamente deciso di accorciare il percorso di alcuni chilometri. Pertanto, in luogo del consueto tracciato di oltre 14 km, la corsa si è snodata lungo un anello di 10.500 metri. Ciononostante, per i circa 200 partecipanti non è stato né facile né scontato portare a termine la prova, come lo stesso Daniele ha ricordato nel corso della simpatica premiazione, che lo ha segnalato anche come ottimo intrattenitore.

A parte le difficoltà climatiche, il tracciato non lascia respiro agli atleti, con tutta una serie di saliscendi iniziali che introducono a un lungo tratto centrale su terreno sterrato. Un tratto tecnicamente difficile da interpretare che attraversa alcune magnifiche vigne del torgianese, in una complicata varietà di terreni che appesantiscono non poco la meccanica di corsa dei partecipanti. Dopodiché, come “ciliegina sulla torta”, quando mancano circa tre chilometri all’arrivo inizia una salita con tratti iniziali molto aspri su sterrato, la quale di fatto culmina a poco più di 500 metri dal traguardo.

Per il resto, l’atmosfera conviviale che ha caratterizzato la manifestazione ha rafforzato la mia personale percezione di appartenere ad una coesa comunità di appassionati praticanti, il cui valore va ben al di là dei riscontri cronometrici o dei premi conquistati. Premi e ricchi pacchi gara, comunque, distribuiti con una certa larghezza, dato che per ogni categoria erano previsti 10 riconoscimenti. In più, oltre all’abbondante ristoro finale, gli organizzatori hanno allestito una sorta di gratuito ristoro della mente, con una bancarella di libri usati a totale disposizione dei podisti, come per ribadire in forma concreta l’uso moderno della celebre frase di Giovenale: Mens sana in corpore sano.

A questo punto non resta che dare appuntamento a tutti gli amici vicini e lontani alla prossima edizione di “Sulle strade del vino e dell’arte” di Brufa.

2 commenti

  • Link al commento Pierluigi Ciaccio Martedì, 29 Agosto 2023 08:55 inviato da Pierluigi Ciaccio

    Puntuale, preciso, lucido ed elegante come sempre, l'articolo dell'amico Claudio Romiti che mi trova daccordo quasi in tutto ciò che ha scritto. Personalmente, l'ho fatto presente agli amici organizzatori, avrei preferito la distanza classica: una bellissima "media distanza" dura quanto basta ma, proprio per questo, appagante, con una fama, guadagnata meritatamente, di percorso aspro e impegnativo. Ultimamente noto che la scelta di molti va a gare più brevi e "facili" rispetto alla sana e sempre ripagante fatica. Probabilmente inizio ad ad essere un "podista anziano" come tale legato alla tradizione del "sudore, muscoli indolenziti e denti stretti fino al traguardo". Resta l'attenzione di un'ottima organizzazione coordinata dell'ottimo Daniele Falaschi (da preferire come anchorman piuttosto che come podista ;-) )

    Rapporto
  • Link al commento Carlo Tartaglini Lunedì, 28 Agosto 2023 20:53 inviato da Carlo Tartaglini

    Concordo pienamente con le considerazioni di Claudio Romiti..un grande grazie alla impeccabile organizzazione della gara.

    Rapporto

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina