Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ott 05, 2023 Ufficio Stampa Evento 1062volte

Isernia – 19^ CorrIsernia: Boui vince l’Americana, Aprile il Miglio Rosa; 2000 studenti al Corriscuola

Boui vince l'Americana Boui vince l'Americana Foto Organizzatori

1° Ottobre - La CorrIsernia continua a sorprendere nello spettacolo e nei numeri, tanto dei partecipanti quanto del pubblico presente, per la soddisfazione della NAI, società organizzatrice, e del sindaco di Isernia Piero Castrataro, tra l’altro starter del Corrilascuola.

La competizione riservata agli istituti scolastici, infatti, ha fatto registrare ancora una volta numeri da record con circa duemila partenti, numeri da far invidia a realtà più grandi. Ormai la passeggiata che coinvolge studenti, genitori e insegnanti è nel DNA della città e inizia a fare seguaci anche presso gli istituti scolastici della provincia.

Per la competitiva di 9km, che ha aperto la manifestazione, il podio femminile è stato tutto molisano con l’atleta di casa Iolanda Ferritti della Free Runner che ha preceduto nell’ordine Gabriella di Berardo dell’Atletica Isernia e Anna Bornaschella dell’Atletica Venafro. Per il podio maschile il giovane Andrea Staffieri, in forza all’Atletica Venafro, si è imposto su Piero Mignogna e Raffaele Mattiello.

Nell’americana, gara ad eliminazione, atleti di primo livello hanno incantato il pubblico lungo corso Garibaldi e sulle tribune, allestite per l’occasione, in piazza della Repubblica. Arese, Boui, Tamassia, Riva e Selvarolo, solo per citarne alcuni, si sono dati battaglia in una gara dal contenuto tecnico elevatissimo. La leggera salita a pochi metri dal traguardo ha fatto selezione già a metà percorso e a farne le spese sono stati dapprima Zerrad e Scarlato e poi addirittura il vincitore della passata edizione Federico Riva. A spuntarla, in uno sprint mozzafiato, l’atleta delle Fiamme Gialle e beniamino del pubblico molisano, Yassin Boui, che ha avuto la meglio su Pietro Arese e Amed Ouhda.

Gara intensa anche il Miglio Rosa patrocinato dalla Polizia di Stato per la quale era presente il Questore Vincenzo Macrì davvero soddisfatto al termine della manifestazione che ha saputo veicolare, attraverso lo sport, un messaggio importante e sentito contro la violenza sulle donne.

Giulia Aprile, portacolori del G.S. Esercito, ha messo la propria firma su questa seconda edizione che ha visto il percorso del miglio per la prima volta omologato su strada. Alle sue spalle, a sorpresa, ma per la gioia del pubblico di casa, si è piazzata Letizia Di Lisa del G.S. Virtus Campobasso, seguita da Joyce Mattagliano.

Appena dopo aver tagliato il traguardo Giulia Aprile ha fatto i complimenti al pubblico presente definendolo “il più intenso dove ho gareggiato” e non ha risparmiato complimenti alla seconda classificata: “una ragazza fortissima e brava come poche”. L’atleta della Virtus, dal canto suo, visibilmente emozionata, ha dedicato la vittoria al pubblico e in particolare ad amici e parenti che l’avevano accompagnata.

Mentre calava il sipario sulla XIX edizione, della quale restano le immagini dei bambini festanti che con le loro magliette rosse hanno colorato le principali vie della città e con lo stesso sorriso della partenza hanno raggiunto il traguardo e mostrato con orgoglio la medaglia conquistata, il vulcanico presidente Caputo era già proiettato all’edizione numero 20.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina