Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 27, 2019 Vittorio Camacci 589volte

Alba Adriatica (TE) - 4^ Alba Running

La partenza La partenza Foto Camacci

26 Maggio - Siamo solo alla quarta edizione, ma il bilancio è ricco di soddisfazioni per questa manifestazione che si svolge nello splendido scenario di una delle riviere più belle d'Abruzzo, su un percorso chiuso al traffico, pianeggiante e suggestivo, un andata e ritorno sulle rinnovate ciclabili di Alba Adriatica, Tortoreto Lido e Villa Rosa, a due passi dal mare.

Una due giorni di sport con le gare riservate ai ragazzi e la camminata ludico-motoria di 5 chilometri del sabato pomeriggio; la mezza maratona competitiva di 21 chilometri che, assegnava il 1° Trofeo "Costa dei Parchi" con la non competitiva di 10 Km della domenica mattino. 

Oltre 200 i partecipanti alla mezza competitiva, che hanno preso il via all'estremo nord del Lungomare Marconi in una mattinata purtroppo condizionata dal maltempo, con una leggera pioggerellina, ma una temperatura ideale per la corsa. 

Pronti, via ed il lungo serpentone si è prontamente snodato lungo la ciclabile, purtroppo in alcuni tratti inondata, per cui bisognava affrontare impressionanti pozzanghere con l'acqua alle caviglie [suvvia, non esageriamo! mica siamo a Venezia con l'acqua alta; NdR].

Tutto questo non impediva, comunque, ai più forti di prendere il largo e già al giro di boa il marocchino Tarik Marhnaoui ed il pugliese Dario Santoro avevano un discreto vantaggio sui diretti inseguitori: l'esperto emiliano di origine marocchina, Mohamed Hajjy, e l'operatore ecologico di origine siciliana, Francesco Raia.

Intorno al decimo chilometro il marocchino notava impercettibili cenni di cedimento del pugliese e con un potente ed improvviso allungo si involava solitario, andando poi a vincere a braccia alzate in 1h06'45" con 54 secondi d'anticipo sull'avversario. Dietro di loro manteneva facilmente la terza posizione Hajjy in 1h09'24".

Nella prova femminile si è assistito alla netta vittoria della fuoriclasse Marcella Mancini in 1h23'37", settima assoluta, davanti alla giovane poggese Cecilia Capriotti (1h29'48") ed alla sambenedettese Rita Mascitti (1h31'40").

Buona l'organizzazione a cui consigliamo di incrementare i rifornimenti lungo il percorso, quasi tutti con la sola presenza di acqua, e contestiamo la mancanza di docce calde e spogliatoi nel dopo-gara: in una mattinata così erano essenziali!

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina