Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Set 28, 2019 649volte

Martinengo (BG) – 22° Palio delle Porte

Palio delle Porte i vincitori 2019 Palio delle Porte i vincitori 2019 Foto di Roberto Mandelli

MINI SERVIZIO FOTOGRAFICO

Martinengo 27 settembre. Si è corso ieri sera con condizioni climatiche ideali (le ragazze impegnate nella maratona di Doha avrebbero pagato profumatamente per avere anche là la stessa temperatura!), il 22° Palio delle Porte, ultima delle cinque prove, tutte nella bergamasca, del circuito Diamond Cup.
Anche se non è veloce da raggiungere da Milano, la trasferta a Martinengo vale sempre la pena di farla e ieri sera con me Roberto Mandelli senza “attrezzi del mestiere”, ma solo con il fido cellulare tanto gli è bastato per fare un mini-servizio fotografico della gara.
Martinengo evoca in me degli ottimi ricordi, sia personali che di squadra perché al Palio delle Porte, l’Atletica Lambro fino a una decina di anni fa, si presentava in massa e faceva man bassa di premi di categoria, mentre io mi accontentavo di correrlo con l’obiettivo di non essere doppiato. Era poi bello, finita la gara, assistere a quella, a inviti, riservata agli atleti élite.
Ieri sera invece della nostra squadra era presente la sola Valentina Galbuseri (e non Galbusera come ha continuato a chiamarla lo speaker) che con il suo sesto posto assoluto (anche se non era per niente soddisfatta) ha mantenuto la tradizione dell’AL.
La partenza della gara femminile, 2 giri per un totale di 5850 metri, alle 20,00 ma, come dicevo prima, la lontananza da Milano e il traffico del venerdì sera, ci ha fatto arrivare con qualche minuto di ritardo e le atlete erano partite da poco tanto che fatte sfilare le meno veloci, abbiamo raggiunto la piazza di Martinengo che è il fulcro della gara con i suoi portici perfetti “spogliatoi” per tutte le condizioni meteo.
Da quello che ho visto, la gara è stata dominio assoluto di Clara Faustini, figlia d’arte, che già al passaggio del primo giro aveva un già un buon margine di vantaggio sulla seconda. Essendo, come dicevo, la Diamond Cup un circuito di gare che si corrono nella bergamasca, anche la quasi assoluta maggioranza degli atleti presenti erano della zona e pochi, soprattutto per i miei ricordi, i milanesi in trasferta e, soprattutto delle prime (ma vale lo stesso discorso per la gara maschile) non conoscevo nessuna.
Nessuna sorpresa nel secondo giro con Clara Faustini vincitrice in 21’41” davanti a Katiuscia Nozzi Belli (22’09”) e Nadia Calvi (22’59”).
Poco dopo l’arrivo dell’ultima delle 55 atlete al traguardo, è partita la gara maschile e per loro i giri da fare erano 3 per un totale di 8800 metri.
Poco dopo la partenza, ci siamo spostati nel punto della piazza dove il percorso l’attraversa per una decina di metri prima di mandare nuovamente gli atleti per le vie di Martinengo. Al primo passaggio erano due gli atleti appaiati (Sebastiano Parolini e Abteljabbar Hamouch) al comando Più staccato l’atleta che occupava il terzo posto seguito poco dopo da uno con la maglia dell’Atletica Paratico. Nel tratto di strada dalla piazza al gonfiabile di partenza/arrivo, Sebastiono Parolini ha operato l’attacco decisivo ed è passato primo in solitaria e il suo vantaggio è aumentato giro dopo giro fino all’arrivo che ha tagliato dopo 27’06” di corsa. Abteljabbar ha tenuto con disinvoltura la seconda posizione e alla fine si è detto soddisfatto per il risultato riconoscendo a Sebastiano la superiorità atletica. Per Abteljabbar il crono si è fermato a 27’59”.
Già al termine del secondo giro, Antonio Belotti, l’atleta con la malia dell’Atletica Paratico, aveva colmato il gaap con chi lo precedeva conquistando il terzo posto, che ha difeso fino all’arrivo.
Per la cronaca sono stati 252 gli arrivati della gara maschile. Avevamo detto che la vincitrice era una figlia d’arte, ma lo stesso vale anche per Sebastiano Parolini figlio di Daniela Vassalli grande protagonista della corsa in montagna e che ieri sera è comunque salita sul podio come 10^ classificata.
Da Martinengo per quest’anno è tutto.

Informazioni aggiuntive

Fotografo/i: Roberto Mandelli

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina