Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Gen 26, 2020 1451volte

Mezza di Siviglia (ES) - Vittoria con personale per Eyob Faniel

Eyob Faniel col suo scopritore, Giancarlo Chittolini, e il suo allenatore, Ruggero Pertile Eyob Faniel col suo scopritore, Giancarlo Chittolini, e il suo allenatore, Ruggero Pertile Foto Davighi

26 gennaio - Il nostro atleta non si ferma più! Dopo la splendida vittoria alla Boclassic dello scorso dicembre, Eyob si ripete in Spagna, non solo per aver vinto questa gara, ma soprattutto per essersi ulteriormente migliorato sulla distanza della mezza maratona. Ha infatti aggiornato il suo personal best da 1:00:52 (Padova 2019) a 1:00:44; in questo modo scala ulteriormente la lista italiana all time, portandosi al terzo posto, dietro Rachid Berradi, 1:00:20 e Marco Mazza, 1:00:24, tempi realizzati entrambi alla Stramilano del 2002. Da sottolineare che dal 2002 Eyob è stato l’unico italiano a scendere sotto i 61 minuti nella mezza.

Siviglia è stato il primo importante test agonistico per lui, dopo uno stage di 3 settimane a Kapsabeth, in Kenya. La gara si è risolta nel finale, quando Eyob ha allungato in modo deciso e staccato l’etiope Kahsay Atsbeha Kasa (suo il tempo finale di 1:00:46). Più lontano il terzo classificato, l’etiope Asgunafr Bekele (1:01:35).

Il percorso di questa mezza maratona si svolgeva attorno al fiume Guadalquivir, il quinto per lunghezza in territorio spagnolo, in una giornata caratterizzata dalla presenza di nebbia, sia pure in dissolvimento nel corso della mattinata.

L’atleta vicentino, di origine eritrea, non è completamente soddisfatto del risultato cronometrico: pensava davvero fosse la giornata giusto per battere il record italiano, ma una contrattura nel corso della gara ha limitato la “spinta a tutta”. Ora comunque si tratta di proseguire la marcia verso le Olimpiadi di Tokio 2020; da ricordare che la maratona si correrà a Sapporo, in seguito alle valutazioni del Comitato Olimpico sulle difficili condizioni climatiche della capitale giapponese (elevata temperatura e umidità).

Dopo una breve permanenza in Italia, la preparazione proseguirà ancora in Africa, ma stavolta ad Asmara (Eritrea); invece la gara nel mirino è una maratona, dove fare il minimo per le Olimpiadi (2:11:30). In accordo con il suo allenatore (Ruggero Pertile) ha scelto ancora Siviglia, dove correrà il 23 febbraio.

1 commento

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina