Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 27, 2021 1333volte

Zola Predosa (BO) - Memorial Lolli, vincono Andresson e Niyomukunzi

Un momento della gara maschile, il gruppo di testa Un momento della gara maschile, il gruppo di testa Foto J.Consolini

Zola Predosa, 27 novembre - Davvero bella questa gara per ricordare Bruno Lolli: alto livello tecnico con ben 11 atleti sotto i 15 minuti ma anche una buona partecipazione complessiva, con 116 atleti classificati, una dato interessante per una distanza nuova e mediamente poco amata dai master, ma anche perché inserita in un periodo del calendario dove proliferano mezze e maratone. Ma il 27 novembre doveva essere e così, giustamente, è stato. Oggi Bruno Lolli avrebbe compiuto 80 anni.

La gara femminile: le burundiane Francine Niyomukunzi (Atl. Castello) e Cavaline Nahimana (Libertas Livorno) fanno presto il vuoto, tutto come da copione, del resto pur essendo specialiste delle lunghe distanze vantano personali sui 5.000 metri di poco superiori a 15 minuti. A seguire altre africane, Asmerawork Wolkeba Bekele (Etiopia, Podistica Torino) e Engidu Meseret Ayele (Eiopia,GS Il Fiorino). Nel corso della gara non cambia la situazione, in una volata molto lunga vince in 16:10 Niyomukunzi su Nahimana (16:14), terzo posto per Bekele (17:02). Segnalo la bella rimonta di Chiara Pizzolato (Atl. Vicentina) che chiude in 17:13 (polverizzando il suo precedente pb di 18:09, in pista) davanti a nonno Orlando Pizzolato e nonna Ilaria Fedeli.

Livello piuttosto alto, con cinque atleti al via con personali sotto i 14 minuti sui 5.000 metri, e la gara non tradisce le aspettative. Si forma subito un gruppo di una decina di atleti tirato dagli africani su ritmi di 2’50/km, da qui in avanti, come spesso accade, è gara ad eliminazione, ma con distacchi minimi tra le varie posizioni (alla fine sono trenta secondi tra il primo e il decimo classificato). Restano in sei sino all’inizio dell’ultimo giro, quando cambiano i ritmi: a 400 metri l’islandese Klynour Andresson ( allenato da Stefano Baldini) lancia la volata e chiude in 14:16; vicino, vicinissimo Stefano Massimi (C.U.S. Camerino) che finisce in 14:16, un’atleta che è esploso nel 2021, migliorando tutti i suoi primati su miglio, 3.000, 5.000 10.000 metri e 10 k su strada. Terzo posto per Hicham Boufars (International Security,14:18); quarto per Michele Fontana (Aeronautica Militare, 14:18) e quinto per Andrea Sanguinetti (Fiamme Oro Padova, 14:21).

Da segnalare l’undicesimo posto assoluto per Davide Ranieri (C.S. San Rocchino) che vince la sua categoria; non è certo questa la notizia (succede sempre così), bensì che con 14:55 realizza il record italiano sulla distanza categoria M45.

Bella gara, avvincente, soprattutto al maschile, ma più in generale bella manifestazione; se si voleva ricordare Bruno Lolli... beh, questo è stato un gran bel modo per farlo. Il pettorale numero uno a lui assegnato assume un bel significato. Devo dire che l’emozione di Cristiana e della famiglia Lolli mi ha coinvolto, in particolare quando è stato il momento del minuto di silenzio, una cosa davvero particolare: un “silenzio” a ritmo di mazurka, perché Bruno Lolli amava il ballo.

La mia gara? Chi mi legge e mi conosce sa che non racconto mai nulla in merito, dico solo che rimettere le scarpe da corsa dopo tre mesi è costata… tanta fatica, però mi è parsa una buona idea farlo in questa occasione. Al tempo stesso condividere una parte della fatica con Paola (Lambertini), che a 64 anni ha corso a 4’50/km, davvero niente male, direi.

Auspico che questa manifestazione abbia un seguito, quanto accaduto oggi dimostra la validità dell’iniziativa, c’è “dietro e dentro” gente capace ed appassionata, a questo proposito non posso certo dimenticare Arturo Ginosa. Sono certo che la risposta degli atleti, a tutti i livelli, non mancherebbe.

 

Dal Comunicato Ufficiale

Tanti ospiti quali il professor Luciano Gigliotti, Orlando Pizzolato, Ester Balassini, Giovanni Lorenzini, il sindaco Davide Dallomo e l’assessore allo sport Ernesto Russo del Comune di Zola Predosa, Roberta Licalzi assessore allo sport del Comune di Bologna, il conte Nicolò Rocco di Torrepadula, Matteo Vecchia sponsor dell’evento che ha pure gareggiato.

Presenti anche tanti rappresentanti del passato e attuale comitato podistico bolognese, atleti che hanno vestito la maglia dell’Atletica Lolli. Il tutto condito da due gare di assoluto valore e spettacolo per l’impegno e l’agonismo che hanno messo tutti gli atleti in gara.

La gara femminile  ha visto nella prima parte il dominio delle due atlete burundiane Nahimana e Niyomukunzi, che dopo il terzo giro dei cinque hanno preso nettamente il comando della corsa, seguite nella prima parte dalle due etiopi Wolkeba e Ayele. Molte brave le nostre ragazze guidate da Christine Santi, Chiara Pizzolato e Ilaria Sabbatini, che non si sono date per sconfitte anzitempo e sono andate a conquistare il quarto, quinto e settimo posto, nella gara vinta per distacco da Francine Niyomukunzi (Atl. Castello) in 16’10” seconda prestazione dell’anno in Italia nei 5 km su strada, precedendo la connazionale Cavaline Nahimana (Atl. Lidertas Unicusano) e l’etiope Wolkeba (Podistica Torino), al personale stagionale e quarta italiana dell’anno la pavullese Christine Santi quarta assoluta in 17’03”.

In campo maschile grande finale dell’islandese Hlynur Andresson, allievo da circa un mese di Stefano Baldini, il quale con una magnifica volata ha messo in fila Stefano Massimi, Hicham Boufars, Michele Fontana e Andrea Sanguinetti, solo sesto il keniano Peter Njeru che insieme all’islandese era il grande favorito, ma una caduta al giro di boa dell’ultimo giro, gli ha fatto perdere una decina di secondi che gli sono stati fatali.

Ordine d’arrivo Donne: 1^ Niyamukunzi (Bdi) 16’10”, 2^ Nahimana (Bdi) 16’14”, 3^ Wolkeba (Eth) 17’02” , 4^ Santi (Caivano Runners) 17’03”,5^ Pizzolato (Atl. Vicentina) 17’13”, 6^ Ayele (Eth) 17’17”,7^ Sabbatini (Atl. Avis Macerata) 17’28”, 8^ Piazzi (Atl. Cascina) 17’40”, 9^ Pierli (Calcestruzzi Corradini) 17’47”, 10^ Lot (Atl. Ponzano) 17’50”.

Ordine d’arrivo Uomini: 1° Andresson (Isl) 14’14”, 2° Massimi( Cus Camerino) 14’16”, 3° Boufars (ASD International) 14’18”, 4° Fontana (Aeronautica) 14’18”, 5° Sanguinetti (Fiamme Oro Pd) 14’21”, 6° Njeru (Ken) 14’31”, 7° Kisorio (Ken) 14’35”, 8° Ursano (Cosenza K42) 14’35”, 9° Kiptoo (Ken) 14’38”, 10° Tamassia (Trevisatletica) 14’41”.

 

 

Informazioni aggiuntive

Fonte Classifica: Fidal Emilia-Romagna

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina