Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 15, 2022 padre Pasquale Castrilli 484volte

A Grosseto, ribalta europea per i due ‘don’ del podismo

Due reverendi atleti Due reverendi atleti Roberto Mandelli - dal web

15 maggio. Grande palcoscenico, in questo fine settimana, per i due capitani dei ‘pretisempredicorsa’, il gruppo di religiosi podisti che coniugano impegno sportivo e testimonianza. Don Franco Torresani e padre Vincenzo Puccio hanno gareggiato a Grosseto al XVIII Campionato Europeo Master Non Stadia (EMACNS). Tra i 1219 atleti partecipanti anche loro, che masticano pane e atletica da quando erano ragazzini e hanno una carriera podistica costellata di tante soddisfazioni.

Venerdì 13 maggio entrambi i sacerdoti podisti hanno disputato la 10km al Sandro Pertini Park. Puccio ha ottenuto il terzo posto di categoria in 33’41’’ dando un contributo al secondo posto a squadre dell’Italia nella categoria M45. Davanti a lui lo spagnolo Javier Diaz Carretero (32’52’’) ed il norvegese Krisitian Nedregard (33’37’’).

Torresani ha ottenuto il secondo posto di categoria in 35’47’’ dietro allo spagnolo Francisco Garcia Lopez (35’44’’) contribuendo al primo posto per nazioni nella categoria M60.

“Peccato per l'argento nella prova master 45 e l'oro nella prova master 60 che sono sfuggiti solo per 4 e 3 secondi”, commenta l’uno e l’altro risultato don Franco al termine della gara.

La trasferta “europea” si è conclusa per Puccio domenica 15 mattina con la mezza maratona chiusa al quarto posto di categoria in 1.14’22’’.

“Veramente apprezzabile l'intuizione del direttivo organizzativo di aprire ufficialmente la manifestazione giovedì pomeriggio con il classico taglio del nastro e proponendo al sottoscritto un breve ma quanto mai sentito momento di riflessione, contraddistinto da un richiamo alle radici cristiane di pace della vecchia Europa”, dice don Torresani. “Il tutto con la tradizionale benedizione alla 18ma edizione della rassegna continentale, anche a nome di padre Vincenzo ancora in viaggio”.

Il tempo sembra non passare per questi due “don” non più giovanissimi (classe 1962 per Torresani, 1974 per Puccio) che uniscono l’Italia dal Trentino alla Sicilia e che si difendono egregiamente nelle loro categorie. La continuità di risultati lo dimostra ampiamente. I numerosi titoli italiani, europei e mondiali di Torresani nella Corsa in montagna e la versatilità di Puccio, che spazia con ottimi tempi dai 1500 metri alla maratona, dicono di impegno e passione unite alla testimonianza cristiana, quanto mai necessaria nei tempi odierni.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina