Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 23, 2022 Giorgio Pesenti & FISky 488volte

Luca Arrigoni vince in rimonta l’Esino skymarathon Extreme 2022

Luca Arrigoni Luca Arrigoni Foto Giorgio Pesenti

21 maggio 2022. Si è disputata oggi a Esino Lario la terza tappa della coppa Italia FISky nel parco regionale della Grigna settentrionale. Nel contesto delle gare di skyrace di Esino spicca questa Extreme con una distanza di 35 km e un dislivello complessivo di 6.600 che con il caldo odierno stra-asfissiante è risultata assai complicata da portare a termine anche perché il percorso presentava passaggi impervi di alto contenuto tecnico ad oltre 2.000 metri di quota.
Pronti via e il campione internazionale Antonioli Daniel, team Scarpa, ha impresso alla gara un’andatura di alto profilo agonistico, e alle sue spalle il ritardo si è fatto importante arrivando fino a sei minuti. Nei primi km a inseguire Antonioli si è formato un tandem di 'volatili': l’aquila Pegarun Arrigoni Luca e il falco di Lecco Brambilla Danilo, fino a quando Arrigoni ha rotto gli indugi e, ricordandosi di essere il camoscio delle Orobie (vittoria nelle Orobieskyraid 2021) ha iniziato il recupero dello svantaggio su Antonioli e a tre chilometri dall’arrivo, in un caldo pazzesco, Arrigoni ha raggiunto Antonioli e lo ha staccato inesorabilmente.
Arrigoni ha vinto con il tempo di 4h27’42”, secondo Antonioli Daniel 4h30’08” e terzo Brambilla Danilo 4h41’07”. Per Pegarun, 17° Acquistapace Alfredo.

Nella Extreme femminile, prima la bergamasca Daniela Rota 5h53’51” argento per Andreola Jenny, team Sporting Club Livigno, 6h40’29” e bronzo per Pensa Patria FISky 6h43’51”.

--------------

Questo il commento della Fisky

Il percorso della nuova Esino Skymarathon Extreme è piaciuto a tutti, campioni e amatori che, nonostante il caldo intenso della giornata di sabato 21 maggio, non hanno mollato e hanno aggredito ogni salita. E la salita, in quei 35 chilometri di gara, è stata davvero tanta. Più di 3000 metri di dislivello positivo per un chilometraggio che, a conti fatti, è meno di quello della maratona.

"Tecnica e completa, con salite e discese talmente verticali che correrle diventava complicato. Le creste poi, ben segnate, sono piuttosto esposte e per farle in velocità bisogna essere dei veri skyrunner. Questa nuova gara si merita davvero di essere stata scelta, fin dal suo esordio, come tappa di del circuito di Coppa Italia FISky” – ha commentato il falco Danilo Brambilla, terzo classificato alle spalle del Pegarun Luca Arrigoni e di Daniel Antonioli (team Scarpa). Il terzetto di atleti fa parte, tra le altre cose, anche della nazionale azzurra skyrunning e sono quindi specialisti della disciplina.

Il prossimo appuntamento del circuito, nato dalla collaborazione tra la FISky e il brand valtellinese Crazy, sarà con i 90 km della Monte Rosa Walser Waeg, in programma il prossimo 2 luglio e Gressoney.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina