Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Pasquale Venditti

Pasquale Venditti

Dopo la disputa a Samorin in Slovacchia dei Campionati Europei di corsa campestre i due giovani mezzofondisti azzurri, nati nel 2000 e appartenenti alla categoria Allievi, Nadia Battocletti (Atletica Valli di Non e Sole) e Luca Alfieri (PBM Bovisio Masciago) sono stati convocati nella rappresentativa europea che parteciperà il prossimo 13 gennaio a Edimburgo, la capitale della Scozia nel Regno Unito, al “The Great Edinburgh Cross Country”, il triangolare di corsa campestre tra Europa, Regno Unito e Stati Uniti.

 

Ecco i convocati del Team Europa:

 

SENIORES UOMINI 8 km


Polat Kemboi Arikan (TUR)    

Soufiane Bouchikhi (BEL)       

Hassan Chahdi (FRA)  

Jmmy Gressier (FRA)  

Hugo Hay (FRA)          

Aras Kaya (TUR)         

Daniel Mateo (ESP)    

Adel Mechaal (ESP)    

Kaan Kigen Ozbilan (TUR) 

Riserva

Emmanuel Rudolff Lévisse (FRA) 

 

SENIORES DONNE 6 km


Meraf Bahta (SWE)    

Roxana Barca (ROU)  

Ancuta Bobocel (ROU)           

Isabelle Brauer (SWE)

Elena Burkard (GER)  

Yasemin Can (TUR)    

Nuria Lugueros (ESP) 

Fionnuala MCormack (IRL)    

Cristina Simion (ROU)

 

UNDER 20 UOMINI 6 km

Luca Alfieri (ITA)       

Adrian Garcea (ROU)

Mario Garcia (ESP)     

Simen Halle Haugen (NOR)    

Jakob Ingebrigtsen (NOR)      

Annasse Mahboub (ESP)

Riserva         

Ouassim Oumaiz (ESP)

 

UNDER 20 DONNE 4 km

Nadia Battocletti (ITA)

Roos Blokhuis (NED)

Carla Gallardo (ESP)   

Jasmijn Lau (NED)      

Cristina Ruiz (ESP)      

Delia Sclabas (SUI)

Riserve        

Emine Akbingol ((TUR))

Mariana Machado (POR)

 

STAFFETTA MISTA

Jesus Gomez (ESP)

Esther Guerrero (ESP)

Solange Pereira (ESP)

Victor Ruiz (ESP) 

Mercoledì, 13 Dicembre 2017 00:09

Malaga (ESP) - 8^ Maraton Malaga

I keniani Michael Kiprop Tiony con il tempo di 2h13’12”, a due secondi dal record della gara, e Nancy Jebet Koech con il record del percorso di 2h31’55” hanno vinto in Spagna l’ottava edizione della Maratona di Malaga.

Hanno portato a termine la gara 2.471 maratoneti.

 

Classifica Maschile  42,195 km:

  1. Michael Kiprop Tiony   (KEN)   2h13’12”
  2. Benson Kimutai Cheruiyot   (KEN)   2h17’26”
  3. Giza Bekele Megerssa   (ETH)   2h17’42”
  4. Abderrahim Bouramdane   (MAR)   2h24’37”
  5. Javier Diaz Carretero   (ESP)   2h25’42”

 

Classifica Femminile  42,195 km:

  1. Nancy Jebet Koech   (KEN)   2h31’55”
  2. Naomi Nduta Njiri   (KEN)   2h42’33”
  3. Jessica Draskau Petersson   (DEN)   2h46’46”
Martedì, 12 Dicembre 2017 23:17

Guangzhou (CHN) - 6^ Guangzhou Marathon

In Cina il keniano Dickson Kipsang Tuwei e l’etiope Rahma Tusa sono i vincitori della 6^ edizione della Guangzhou Marathon, evento IAAF Silver Label Road Race,.

Tuwei con il tempo di 2h10’03” ha preceduto l’etiope Markos Geneti (2h10’06”) ed il connazionale Edwin Kipngetich (2h10’27”).

Nella competizione femminile Tusa ha vinto con il suo nuovo primato personale di 2h25’12” che è anche il nuovo record del percorso, alle sue spalle si sono piazzate le connazionali Sifan Melak Udemise (2h31’21”) e Gebiyaneh Ayele Gedamu (2h32’25).

 

Classifica Maschile  42,195 km:

1) Dickson Kipsang Tuwei   (KEN)   2h10’03”

2) Markos Geneti   (ETH)   2h10'06"

3) Edwin Kipngetich   (KEN)   2h10'27"

4) Cosmas Kiplimo   (KEN)   2h10'40"

5) Mohamed Ziani   (MAR)   2h13'40"

 

Classifica Femminile  42,195 km:

1) Rahma Tusa   (ETH)   2h25’12”

2) Sifan Melak Udemise   (ETH)   2h31’21”

3) Gebiyaneh Ayele Gedamu   (ETH)   2h32’25”

4) Flomena Chepchirchir Chumba   (KEN)   2h34'09"

5) Li Dan   (CHN)   2h35'53"

Su un bel percorso, molto scorrevole, si è disputata a Samorin in Slovacchia, la 24^ edizione dei Campionati Europei di corsa campestre.

Per l’Italia si sono particolarmente distinti Yeman Crippa con il terzo posto nella gara Under 23 Uomini, e la squadra Under 20 Donne che ha conquistato la medaglia d’argento con le buone prestazioni individuali della 17enne Nadia Battocletti (quinto posto) e di Francesca Tommasi (sesto posto).

SENIORES UOMINI  10,180 km: 1. Kaan Kigen Ozbilen (Tur) 29:45, 2. Adel Mechaal (Spa) 29:54, 3. Andrew Butchart (Gbr) 30:00, 4. Hassan Chahdi (Fra) 30:01, 5. Soufiane Bouchikhi (Bel) 30:04, 6. Ben Connor (Gbr) 30:08, 7. Aras Kaya (Tur) 30:14, 8. Daniel Mateo (Spa) 30:16, 9. Polat Kemboi Arikan (Tur) 30:17, 10. Ayad Lamdassem (Spa) 30:18, 17. Lorenzo Dini 30:44, 40. Michele Fontana 31:22, 53. Paolo Zanatta 31:44, 67. Giuseppe Gerratana 32:21.

 

UNDER 23 UOMINI  8,230 km: 1. Jimmy Gressier (Fra) 24:35, 2. Hugo Hay (Fra) 24:37, 3. Yeman Crippa 24:42, 4. Emmanuel Roudolff Levisse (Fra) 24:43, 5. Carlos Mayo (Spa) 24:46, 6. Simon Debognies (Bel) 24:47, 7. Alexis Miellet (Fra) 24:47, 8. Topi Raitanen (Fin) 24:47, 9. Robin Hendrix (Bel) 24:48, 10. Suleyman Bekmezci (Tur) 24:49, 19. Simone Colombini 25:06, 27. Yohanes Chiappinelli 25:16, 33. Nadir Cavagna 25:28, 39. Alessandro Giacobazzi 25:32, 40. Pietro Riva 25:34.

 

UNDER 20 UOMINI  6,280 km: 1. Jakob Ingebrigtsen (Nor) 18:39, 2. Ramazan Barbaros (Tur) 18:41, 3. Louis Gilavert (Fra) 18:45, 4. Yani Khelaf (Fra) 18:47, 5. Miguel Gonzalez (Spa) 18:48, 6. Adrian Garcea (Rom) 18:48, 7. Annasse Mahboub (Spa) 18:49, 8. Ignacio Fontes (Spa) 18:50, 9. Mario Garcia (Spa) 18:50, 10. Markus Görger (Ger) 18:50, 19. Luca Alfieri 19:04, 28. Sergiy Polikarpenko 19:15, 36. Jacopo De Marchi 19:29, 46. Massimo Guerra 19:40, 52. Sebastiano Parolini 19:44, 58. Ademe Cuneo 19:49.

 

 

SENIORES DONNE  8,230 km: 1. Yasemin Can (Tur) 26:48, 2. Meraf Bahta (Sve) 27:03, 3. Karoline Bjerkeli Grovdal (Nor) 27:04, 4. Roxana Barca (Rom) 27:21, 5. Elena Burkard (Ger) 27:21, 6. Charlotte Taylor (Gbr) 27:23, 7. Fabienne Schlumpf (Svi) 27:24, 8. Emelia Gorecka (Gbr) 27:34, 9. Gemma Steel (Gbr) 27:41, 10. Steph Twell (Gbr) 27:43, 24. Valeria Roffino 28:14, 35. Martina Merlo 28:32, 56. Silvia La Barbera 29:05, 67. Sara Brogiato 29:44.

 

UNDER 23 DONNE  6,280 km: 1. Alina Reh (Ger) 20:22, 2. Konstanze Klosterhalfen (Ger) 20:25, 3. Jessica Judd (Gbr) 20:45, 4. Amy-Eloise Neale (Gbr) 20:59, 5. Amy Griffiths (Gbr) 21:02, 6. Isabelle Brauer (Sve) 21:09, 7. Anna Emilie Moller (Dan) 21:14, 8. Weronika Pyzik (Pol) 21:18, 9. Mhairi Maclennan (Gbr) 21:26, 10. Phoebe Law (Gbr) 21:26, 27. Chiara Spagnoli 21:57, 28. Federica Zanne 22:00, 30. Christine Santi 22:03, 39. Federica Sugamiele 22:17, 44. Mara Ghidini 22:25.

 

UNDER 20 DONNE  4,180 km: 1. Harriet Knowles-Jones (Gbr) 13:48, 2. Lili Anna Toth (Ung) 13:59, 3. Miriam Dattke (Ger) 14:03, 4. Jasmijn Lau (Ola) 14:05, 5. Nadia Battocletti 14:07, 6. Francesca Tommasi 14:07, 7. Mathilde Senechal (Fra) 14:08, 8. Alberte Kjaer Pedersen (Dan) 14:09, 9. Cari Hughes (Gbr) 14:15, 10. Sophie Murphy (Irl) 14:15, 22. Elisa Cherubini 14:30, 51. Micol Majori 14:56, 53. Laura De Marco 15:00, 54. Ludovica Cavalli 15:02.

 

 

STAFFETTA MISTA SENIORES  6,280 km: 1. Gran Bretagna 18:24, 2. Repubblica Ceca 18:25, 3. Spagna 18:26, 4. Svezia 19:02, 5. Francia 19:04, 6. Italia 19:10.

 

 

CLASSIFICA PER NAZIONI

UOMINI

SENIORES: 1. Turchia 17, 2. Spagna 20, 3. Gran Bretagna 35, 4. Francia 56, 5. Irlanda 58, 9. Italia 110.

UNDER 23: 1. Francia 7, 2. Belgio 26, 3. Gran Bretagna 41, 4. Spagna 45, 5. Italia 49.

UNDER  20: 1. Spagna 20, 2. Francia 27, 3. Turchia 49, 4. Belgio 51, 5. Norvegia 51, 7. Italia 83.

DONNE

SENIORES: 1. Gran Bretagna 23, 2. Romania 31, 3. Turchia 54, 4. Portogallo 60, 5. Spagna 60, 9. Italia 115.

UNDER 23: 1. Gran Bretagna 12, 2. Germania 15, 3. Turchia 46, 4. Svezia 52, 5. Spagna 59, 9. Italia 85.

UNDER 20: 1. Gran Bretagna 21, 2. Italia 33, 3. Spagna 47, 4. Francia 60, 5. Olanda 60.

 
Lunedì, 11 Dicembre 2017 02:43

Honolulu (USA) - 45^ Honolulu Marathon

Il vincitore della passata edizione il keniano Lawrence Cherono, che quest’anno il 15 ottobre ha vinto anche  la Maratona di Amsterdam con il primato del percorso ed anche suo nuovo personal best di 2h05’09”, a Honolulu, nelle splendide Isole Hawaii negli Stati Uniti, ha tagliato vittorioso il traguardo a Kapiolani Park della 45^ edizione della Honolulu Marathon, "26,2 Miles in Paradise",  con il nuovo record del percorso di 2h08’27”. Al secondo posto si è piazzato, per il terzo anno consecutivo, il connazionale Wilson Kwanbai Chebet in 2h09’55”, mentre non ha concluso la gara il Primatista Mondiale di maratona il keniano Dennis Kimetto.

Anche nella gara femminile ad imporsi è stata la vincitrice dello scorso anno la keniana Brigid Kosgei, reduce dal secondo posto alla Maratona di Chicago dell’8 ottobre,  ed anche lei con il nuovo record del percorso di 2h22’15”, seconda posizione per la connazionale Nancy Kiptoo in 2h29’16”.

Ai due vincitori, maschile e femminile, è andato un premio di 40.000 dollari statunitensi più altri 15.000 dollari statunitensi per aver migliorato i record.

 

 

Classifica Maschile  42,195 km:

  1. Lawrence Cherono   (KEN)   2h08’27”
  2. Wilson Kwambai Chebet   (KEN)   2h09’55”
  3. Vincent Kipsegechi Yator   (KEN)   2h10’38”
  4. Titus Ekiru   (KEN)   2h12’19”
  5. Festus Talam   (KEN)   2h17’26”

 

Classifica Femminile  42,195 km:

  1. Brigid Kosgei   (KEN)   2h22’15”
  2. Nancy Kiprop   (KEN)   2h29’16”
  3. Joyce Chepkirui   (KEN)   2h33’18”
  4. Janet Jelagat Rono   (KEN)   2h39’32”
  5. Hiroko Yoshitomi   (JPN)   2h40’13”
 
Martedì, 02 Gennaio 2018 17:10

La Mobilità Articolare

Per migliorare la tecnica di corsa favorendone la precisione e aumentando l'economia del gesto, il podista deve inserire nel suo piano di allenamento gli esercizi di mobilità articolare, perchè il suo carente sviluppo è un fattore limitante per l'apprendimento, il miglioramento e l'economia del gesto tecnico, poichè aumenta il dispendio energetico e facilita l'affaticamento. La mobilità articolare è la capacità di compiere gesti con la massima escursione articolare possibile, i fattori che la facilitano oppure la limitano sono di natura anatomica e neurofisiologica regolativa. Anatomicamente sono importanti il tipo e la forma delle superfici articolari, le capacità di estensibilità dei tendini e dei muscoli ed è anche fondamentale imparare a rilassare la muscolatura. L'allenamento della mobilità articolare ha anche come obiettivo quello di mantenere dei rapporti armonici con la forza muscolare perchè in genere atleti che hanno un livello di forza elevato, possiedono una limitata capacità di mobilità e, viceversa, atleti molto flessibili hanno poca forza. Normalmente il livello di mobilità è molto elevato nei giovanissimi e tende, con il passare degli anni, ad abbassarsi, a parità di allenamento il suo calo è maggiore nei maschi. Per questo motivo non bisogna mai trascurarla o abbandonarla, bastano anche solo 10/15 minuti per tre volte la settimana per conquistare e conservare un buon stato di funzionalità motoria.Per migliorare la tecnica di corsa favorendone la precisione e aumentando l'economia del gesto, il podista deve inserire nel suo piano di allenamento gli esercizi di mobilità articolare, perchè il suo carente sviluppo è un fattore limitante per l'apprendimento, il miglioramento e l'economia del gesto tecnico, poichè aumenta il dispendio energetico e facilita l'affaticamento. La mobilità articolare è la capacità di compiere gesti con la massima escursione articolare possibile, i fattori che la facilitano oppure la limitano sono di natura anatomica e neurofisiologica regolativa. Anatomicamente sono importanti il tipo e la forma delle superfici articolari, le capacità di estensibilità dei tendini e dei muscoli ed è anche fondamentale imparare a rilassare la muscolatura. L'allenamento della mobilità articolare ha anche come obiettivo quello di mantenere dei rapporti armonici con la forza muscolare perchè in genere atleti che hanno un livello di forza elevato, possiedono una limitata capacità di mobilità e, viceversa, atleti molto flessibili hanno poca forza. Normalmente il livello di mobilità è molto elevato nei giovanissimi e tende, con il passare degli anni, ad abbassarsi, a parità di allenamento il suo calo è maggiore nei maschi. Per questo motivo non bisogna mai trascurarla o abbandonarla, bastano anche solo 10/15 minuti per tre volte la settimana per conquistare e conservare un buon stato di funzionalità motoria.

Per il podista le principali articolazioni da sollecitare sono:
- Articolazione Tibio-Tarsica (articolazione della caviglia)
- Articolazione del Ginocchio
- Articolazione Coxo-Femorale (articolazione dell'anca)
- Articolazioni della Colonna Vertebrale
- Articolazione Scapolo-Omerale (articolazione della spalla)

E' importante durante gli esercizi di mobilità articolare che il podista abbia effettuato un buon riscaldamento e che sia psicologicamente predisposto a rilassarsi, in presenza di rigidità muscolare provocata da affaticamento muscolare o da eccessive situazioni emotive è meglio fare esercizi di bassa intensità. Dopo un bagno caldo di 10 minuti la nostra capacità di mobilità articolare migliora mentre si riduce al mattino appeni svegli, a basse temperature oppure dopo un allenamento molto intenso.
Una buona mobilità articolare è essenziale per migliorare le prestazioni in atletica.

ESERCIZI PER L'ARTICOLAZIONE TIBIO-TARSICA:
- Flessione plantare del piede (spinta verso il basso della punta del piede)
- Flessione dorsale del piede (tirare la punta del piede verso l'alto)
- Inversione e Eversione del piede (girare il piede all'interno ed all'esterno)
- Circonduzioni del piede
- Rotazione interna ed esterna del piede

ESERCIZI PER L'ARTICOLAZIONE DEL GINOCCHIO:
- Estensione del ginocchio
- Flessione del ginocchio

ESERCIZI PER L'ARTICOLAZIONE COXO-FEMORALE:
- Estensione degli arti inferiori e del busto
- Flessione degli arti inferiori e del busto
- Slanci (estensione + flessione)
- Abduzione (portare l'arto inferiore esternamente)
- Adduzione (portare l'arto inferiore internamente)
- Slanci (abduzione + adduzione)
- Circonduzioni degli arti inferiori, del bacino e del busto

ESERCIZI PER LE ARTICOLAZIONI DELLA COLONNA VERTEBRALE:
- Estensione del busto
- Flessione del busto
- Flessione laterale del busto
- Rotazioni del busto

ESERCIZI PER L'ARTICOLAZIONE SCAPOLO-OMERALE:
- Estensione degli arti superiori
- Flessione degli arti superiori
- Slanci (estensione + flessione)
- Abduzione degli arti superiori
- Adduzione degli arti superiori
- Slanci (abduzione + adduzione)
- Estensione orizzontale degli arti superiori
- Flessione orizzontale degli arti superiori
- Elevazione e abbassamento delle spalle
- Rotazioni delle spalle
- Circonduzioni delle spalle

 
Lunedì, 04 Dicembre 2017 14:52

S-Heerenberg (NED) - 22^ Montferland Run 15k

A S-Heerenberg, una cittadina dei Paesi Bassi, la 22^ edizione della Montferland Run di 15 km è stata vinta dal keniano Victor Kimutai Chumo con il tempo di 43’23” (ad una media di 2’53”5 al km).

Alle sue spalle si sono piazzati i connazionali Alfred Chelal Barkach in 43’24” e Noah Kipkemboi in 43’27”.

Classifica Maschile  15 km:

  1. Victor Kimutai Chumo   (KEN)   43’23”
  2. Alfred Chelal Barkach   (KEN)   43’24”
  3. Noah Kipkemboi   (KEN)   43’27”
  4. Daniel Wanjiru   (KEN)   43’34”
  5. Luke Traynor   (GBR)   43’44”
Lunedì, 04 Dicembre 2017 14:42

Singapore (SIN) - 16^ Singapore Marathon

Gli atleti del Kenya hanno dominato la 16^ edizione della Maratona di Singapore, evento IAAF Gold Label Road Race, vittorie per Cosmas Koech Kimutai in 2h22’48” e Pamela Jepkosgei Rotich in 2h38’31”.

Classifica Maschile  42,195 km:

  1. Cosmas Koech Kimutai   (KEN)   2h22’48”
  2. Justus Kipkogei Kimutai   (KEN)   2h23’07”
  3. Paul Matheka   (KEN)   2h23’25”
  4. Mark Kosgey Kiptoo   (KEN)   2h23’41”
  5. Kennedy Lilan   (KEN)   2h24’11”

 

Classifica Femminile  42,195 km:

  1. Pamela Jepkosgei Rotich   (KEN)   2h38’31”
  2. Rebecca Kangogo Chesir   (KEN)   2h38’48”
  3. Peninah Jerop Arusei   (KEN)   2h39’07”
  4. Rebecca Jepchirchir Korir   (KEN)   2h42’37”
  5. Peninah Jepkoech Kigen   (KEN)   2h42’56”
Lunedì, 04 Dicembre 2017 14:28

Macao (MAC) - 36^ Macao Marathon

Il keniano Felix Kiptoo Kirwa ha vinto la 36^ edizione della Macao International Marathon con il tempo di 2h10’01” superando i connazionali Joseph Kyengo Munywoki (2h13’18”) e Henry Sang (2h13’48”).

Tra le donne vittoria di Eunice Jepkirui Kirwa del Bahrain con il crono di 2h29’12”.

Si è disputata anche la mezza maratona vinta dal keniano Josphat Menjo in 1h04’49” e dalla portoghese Dorotea Alves Peixoto in 1h16’00”.

  

Classifica Maschile  42,195 km:

  1. Felix Kiptoo Kirwa   (KEN)   2h10’01”
  2. Joseph Kyengo Munywoki   (KEN)   2h13’18”
  3. Henry Sang   (KEN)   2h13’48”

 

Classifica Femminile  42,195 km:

  1. Eunice Jepkirui Kirwa   (BRN)   2h29’12”
  2. Oleksandra Shafar   (BLR)   2h33’06”
  3. Rodah Jepkorir Tanui   (KEN)   2h33’41”
 
Lunedì, 04 Dicembre 2017 14:11

Ginevra (SUI) - 40^ Course de L’Escalade

Il 21enne talento svizzero Julien Wanders, che si allena spesso in Kenya, davanti al suo pubblico a Ginevra ha vinto la 40^ edizione della Course de L’Escalade: indossando la canotta della nazionale keniana ha completato i 7,323 km del percorso in 20’58”1; seconda posizione per il 21enne keniano Fredrick Kipkosgei Kiptoo in 21’07”6, e terzo posto per il 18enne ugandese Abel Sikowo in 21’37”7. Mentre il primatista nazionale della Svizzera di Maratona - con 2h06’40” -  Abraham Tadesse ha concluso solo all’ottavo posto in 21’55”8.

Nella competizione femminile successo per l’etiope Helen Bekele con il tempo di 23’49”9 davanti alla keniana Maggie Masai (23’51”8).
 

Classifica Maschile  7,323 km:

  1. Julien Wanders   (SUI)   20’58”1
  2. Fredrick Kipkosgei Kiptoo   (KEN)   21’07”6
  3. Abel Sikowo   (UGA)   21’37”7
  4. Mohammed Boulama   (MAR)   21’40”6
  5. Patrick Ereng   (KEN)   21’44”3
  6. Yoann Kowal   (FRA)   21’45”4
  7. Jan Hochstrasser   (SUI)   21’52”6
  8. Tadesse Abraham   (SUI)   21’55”8
  9. Daniel Studley   (GBR)   21’57”7
  10. Jonny Mellor   (GBR)   21’59”1

 

Classifica Femminile  7,323 km:

  1. Helen Bekele   (ETH)    23’49”9
  2. Maggie Masai   (KEN)   23’51”8
  3. Stephanie Twell   (GBR)   24’02”8
  4. Fabienne Schlumpf   (SUI)   24’22”6
  5. Cynthia Kosgei   (KEN)   24’41”8 

Prossime gare in calendario

CLICCA QUI per consultare il calendario completo

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina