Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Apr 24, 2020 1266volte

"Fase due": dal 4 Maggio torneranno corsa e sport 'solitari' all’aperto

Si tornerà a correre liberi e non da clandestini come oggi? Si tornerà a correre liberi e non da clandestini come oggi? Foto Teida Seghedoni

24 aprile - Siamo oramai prossimi al 4 maggio, la data in cui dovrebbe iniziare la cosiddetta Fase 2 dell’emergenza covid19, e dunque l’opprimente blocco dovrebbe essere ridotto per far spazio alla cosiddetta convivenza con il virus, che renderà ancora più stringente il mantenere il distanziamento sociale e gli accorgimenti sanitari, come guanti e mascherine, nella vita quotidiana.

Questa fase, peraltro, secondo un lancio dell'agenzia Adnkronos delle 14,45, è stata anticipata dal presidente della regione Veneto Zaia (che, non dimentichiamo, fu tra gli organizzatori della prima maratona di Treviso):

A noi interessa l’aspetto sportivo, in particolare le misure che riguarderanno la corsa su tutto il territorio nazionale.

Ebbene, dalle indiscrezioni che filtrano, sicuramente si tornerà a poter correre liberamente, non più bloccati nella prossimità della propria abitazione, e senza limitazioni di orario, semmai con l’intelligenza di non strafare per non indebolire il proprio fisico. Chiaramente occorrerà correre da soli (a meno che non si tratti di una coppia che vive insieme o di un solo genitore con dei minori: questa eccezione vale per tutti gli sport), con il distanziamento di almeno due metri (forse 5 in scia); non dovrebbe essere obbligatorio l’uso di mascherine, anche perché creerebbero altri problemi a chi corre. Importante rincasare subito, appena finito l’allenamento.  

Da capire se ci sarà la riapertura dei parchi, ma sarebbe preferibile non correre all’interno, perché mancherebbero le suddette condizioni di distanziamento. Qui sarebbe possibile fare ginnastica, sempre soli e distanziati, senza l’uso di attrezzi comuni, evitando di bivaccare su panchine o sull’erba.

Saranno permesse le uscite in bici, qui il distanziamento sarà almeno di 20 metri, stando attenti a non finire in altre regioni, affrontando  lunghe pedalate.

Sarà possibile praticare anche le altre discipline individuali all’aperto, come le passeggiate, le arrampicate in montagna, parapendio o sport simili, sempre nel rispetto delle distanze di sicurezza.

Possibile anche l’apertura al tennis, con “guantino” per raccogliere le palline, accesso ai campi concesso a non più di due persone alla volta, e solo all’aperto, senza l’uso di docce e spogliatoi.

Autorizzate anche le attività in mare, nuotate solitarie, uscite singole (o al massimo in due, a distanza) in barca a vela, canoa e windsurf, poiché gli scienziati sostengono che in acqua salata il covid disperde la sua carica virale.

Non ci sarà invece riapertura per gli sport di squadra o di contatto, quindi stop a calcio, basket, pallavolo, pallanuoto, arti marziali e altri sport del genere.

Resteranno chiuse anche palestre, piscine (potrebbero riaprire solo quelle all’aperto, ma la questione è ancora in discussione), scuole di danza e tutte le attività al chiuso.

Complicato lo svolgimento dell’atletica leggera negli impianti (che andrà definita meglio e che comunque riprenderà per metà/fine maggio), per la gestione degli afflussi e per mantenere il solito distanziamento.
Diverso il discorso per gli atleti di interesse nazionale, che dovrebbero tornare ad allenarsi già la prossima settimana.  

 

 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina