Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ago 25, 2021 906volte

Ultra Trail Mont Blanc: alla TDS muore un atleta ceko caduto in un burrone

Passeur de Pralognan Passeur de Pralognan Foto AostaSera

25 Agosto - Una terribile disgrazia è avvenuta nella tarda serata di ieri durante lo svolgimento della TDS (Sur les Traces des Ducs de Savoie), che fa parte del circuito dell’Ultra trail del Monte Bianco (UTMB): un atleta trentacinquenne proveniente dalla Repubblica Ceca è morto a causa delle ferite procuratesi nella caduta in un burrone durante la discesa dal Passeur de Pralognan, in Alta Savoia (Francia), al km. 63.2, probabilmente a causa del fondo reso umido e scivoloso dalle piogge cadute nel pomeriggio.

Le cronache raccontano che la squadra di soccorso presente in cima al colle sia intervenuta subito, con il supporto anche di un elicottero, trasferendo il corridore, in arresto cardiaco, in ospedale: ma ciò non è servito a salvare lo sfortunato atleta, del quale non sono ancora state note le generalità.

La gara, di 145 chilometri e 9.100 metri di dislivello, che collega la Valle d’Aosta alla Savoia, con tratti estremi, è stata sospesa, con circa 1200 atleti (su 1573 partenti),  non ancora giunti al Passeur de Pralognan, che sono stati bloccati e portati con bus da Bourg-Saint-Maurice a Chamonix.

Viceversa, i 293 corridori che avevano già superato il punto dell’incidente, hanno continuato la competizione, con 24 atleti che al momento hanno già concluso la gara.

[NdD. Avendo corso due volte la TDS, nel 2009 e 2015 (mentre nel 2010 fu annullata per eventi atmosferici estremi, e 'convertita' nella CCC), ricordo bene gli ammonimenti dell'organizzazione su quello che era il tratto più pericoloso di tutto il tracciato, quando la direzione era verso Bourg-Saint-Maurice e il Piccolo San Bernardo, ed era vietato in orario serale-notturno. Poi il senso fu invertito, con partenza da Courmayeur, e il passaggio si svolgeva, anche per la coda del gruppo, in pieno giorno. Ma allo sbocco sul crinale, che poi diveniva una cengia abbastanza ristretta fin quasi al punto-salvezza di metà gara al Cormet de Roselend, c'erano addetti dell'organizzazione pronti a 'tirarti su' se eri in difficoltà. Purtroppo questa volta non sono bastati. D'altronde, la TDS è presentata dagli organizzatori come la più 'selvaggia' delle varie gare. F. M.]

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina