Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ott 16, 2023 596volte

Portogruaro (VE) – Portogruaro Half Marathon, vittorie italiane, numeri … così così

Portogruaro (VE) – Portogruaro Half Marathon, vittorie italiane, numeri … così così Foto tratto dal sito della manifestazione

(NDR) Riportiamo il comunicato stampa degli organizzatori, mentre a seguire trovate il nostro commento

Tutta italiana la seconda edizione della mezza maratona veneziana: vincono il pordenonese dell’Atletica Edilmarket Sandrin e la quasi debuttante trevigiana. Positivo il bilancio organizzativo  

Portogruaro (Venezia), 15 ottobre 2023 – Tutta italiana la seconda edizione della Portogruaro Half Marathon. Dopo l’accoppiata africana del 2022, quest’anno sono due atleti di Nordest a tagliare per primi il traguardo in Piazza della Repubblica. Trionfa Mattia Rizzo, 38enne pordenonese di Valvasone, in forza all’Atletica Edilmarket Sandrin, che ferma il cronometro a 1h14’40”, staccando nel finale l’atleta di casa (abita a Concordia Sagittaria), Giacomo Fontanel (Atl. Speranza, 1h14’55”). Festeggia anche la novità Sara Boer, trentenne originaria di Ceggia (Venezia), ma residente a Monastier, nel Trevigiano, alla quarta gara della sua vita, arrivata in 1h29’48”. Sono loro l’avanguardia di un plotone di poco più di mille atleti che, sulle strade di Portogruaro e dintorni, si sono suddivisi tra il percorso della mezza maratona e quello dei 10 km aperti a tutti. “La mia specialità sono gli 800 metri, la mezza maratona è un’altra cosa, ma ho allungato un po’ la preparazione e sperato che il fiato mi reggesse sino alla fine – le parole di Rizzo dopo aver tagliato il traguardo -. Sino al 19° chilometro sono stato assieme a Fontanel, poi ci ha superato una bici di servizio e le sono andato dietro. E’ stato il break decisivo”. Felice anche la vincitrice Boer: “Non ho neppure una società, ho corso con la Runcard. Era la quarta gara della mia vita, proprio non mi aspettavo di vincere. E’ stato bellissimo”.  Alle sue spalle, un volto noto dell’atletica di Nordest, l’udinese di Latisana, Fabiola Giudici (Atletica 2000), specialista di strada e, soprattutto, fuoristrada (“Arrivavo da una 48 km, va bene così”). Positivo il bilancio organizzativo: “E’ stato un bel weekend, iniziato sabato al Parco della Pace con la corsa dedicata a runners e camminatori e ai loro amici a quattro zampe e proseguita oggi con mezza maratona e 10 km – commenta Maurizio Simonetti, presidente del Running Team Conegliano -. Il percorso della mezza maratona, parzialmente rinnovato rispetto all’anno scorso con i passaggi a Gruaro e Concordia Sagittaria, è stato molto apprezzato. Crediamo valorizzi al massimo un territorio bellissimo”. Appuntamento al 2024.     

CLASSIFICHE. UOMINI: 1. Mattia Rizzo (Atl. Edilmarket Sandrin) 1h14’40”, 2. Giacomo Fontanel (Atl. Speranza) 1h14’55”, 3. Roberto Testero (Asd Rincorro) 1h15’54”, 4. Federico Bordignon (Assindustria Sport) 1h17’21”, 5. Giovanni Romanello (Us Carisolo) 1h17’35”, 6. Nunziantonio Moschella (Maratoneti Eraclea) 1h17’50”, 7. Massimo Prataviera (Runners Club Agggredire) 1h19’03”, 8. Alessio Segato 1h20’08”, 9. Cristiano Ceresatto (Podistica Solidarietà) 1h20’55”, 10. Omar Giorgio Makhloufi (Trieste Atletica) 1h20’55”.

DONNE: 1.  Sara Boer 1h29’48”, 2. Fabiola Giudici (Atletica 2000) 1h30’05”, 3. Marta Bianchet (Fiamme Cremisi) 1h31’56”, 4. Lucrezia Salvi (Gp Livenza Sacile) 1h32’45”, 5. Maura Frescurato (Atl. Monfalcone) 1h34’02”, 6. Elisa Carli (Running Team Conegliano) 1h38’31”, 7. Elsie Cargniel Bergamasco (Maratonina Udinese) 1h38’49”, 8. Chiara Lettere (La Mandria Calimera) 1h44’38”, 9. Lorenza Franceschini (Free-Zone) 1h46’23”, 10. Martina Delle Vedove (Running Team Conegliano).

****************************************************************************************************************************************************************************

Il nostro commento (M.Lorenzini).

Il 15 ottobre è andata in scena la seconda edizione di questa mezza maratona. Non essendoci evidenze delle corse non competitive, anche se gli organizzatori citano testualmente “Portogruaro, domenica di corsa per 1.100”, ci limitiamo ai numeri ufficiali della mezza maratona, quelli oggettivi e verificabili da tutti.

Il dato dice 305 atleti classificati entro il tempo massimo di 3 ore, nel 2022 erano stati 587; prendiamo atto della dichiarazione degli organizzatori  che riferiscono un “ positivo bilancio organizzativo”, tuttavia qualche domanda viene da farsela quando c’è una perdita così sostanziale di partecipanti. Intendiamoci, nonostante la ripresa di cui tutti parlano, il bilancio numerico di diverse manifestazioni è in saldo negativo, talvolta molto negativo, in questo senso Portogruaro è in “buona” compagnia”. Purtroppo sono tante le mezze maratone che nel 2022 e 2023 hanno sofferto parecchio in termini di numeri.

Quindi ripresa certamente sì, nel senso che sono in tanti ad aver ripreso (finalmente) a correre; anzi, i dati dei brand del mondo del running sono generalmente piuttosto positivi, anche grazie al fatto che sono molti quelli che hanno scoperto la corsa nel periodo del covid, con evidenti ritorni economici per gli operatori. Ma la stessa cosa non può dirsi dal punto di vista degli organizzatori, che devono combattere sempre più per attrarre partecipanti, in un folle calendario gare, dove la federazione pare accettare di tutto (per fare cassa?).

Anche dal punto di vista tecnico questa mezza di Portogruaro non ha brillato, basti confrontare i crono del 2023, con i primi tre uomini classificati sopra 1h14’, quando nel 2022 i primi due classificati avevano corso poco sopra 1h05’, ma anche le prime due donne sotto 1h16’; il podio femminile nel 2023 è compreso tra 1h29’ e 1h31’. Nessuna presenza di atleti africani, che nel 2022 certamente avevano contribuito a mantenere più alti i livelli tecnici. Dato che il 15 ottobre erano presenti ovunque (in generale non mancano mai alle gare) viene da chiedersi il perché di questa mancanza, in particolare perché l’organizzatore in passato anche recente ha lavorato a lungo con gli atleti africani. Una diversa scelta? Altre ragioni?

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina