Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 01, 2020 1721volte

Se correte in scia restate a 10 metri per non rischiare!

Se correte in scia restate a 10 metri per non rischiare! Foto: www.lastampa.it

Con la benvenuta ripartenza delle attività motorie senza l’obbligo di restare nei pressi della propria abitazione, molti podisti rimetteranno il naso fuori casa. Anche perché noi tutti ci auguriamo che al netto delle disposizioni in materia, la vergognosa parentesi della caccia all’untore-runner si sia definitivamente conclusa. Con buona probabilità, uscendo chiameremo i compagni di sempre per correre insieme, beninteso nel rispetto delle regole. Quello che ci preme di far notare è che anche mantenendo il “distaccamento sociale” richiesto dal Decreto della Presidenza del Consiglio o dalle varie ordinanze locali, ovvero al massimo 3 metri nel caso migliore, potremmo correre il rischio d’infettarci correndo in scia ai nostri amici.

Queste sono infatti le conclusioni di una ricerca dedicata ai runner ed ai ciclisti, condotta da Bert Bolcken e Fabio Malizia dell’University of Technology di Eindhoven (NL) e del Dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università di Leuven (B), in collaborazione con T. van Druenen  e T. Marchal. Ecco qui il link dello studio: “Towards aerodynamically equivalent COVID‐19 1,5 m social distancing for walking and running".

Per chi non avesse la conoscenza della lingua inglese o tempo e voglia di leggerlo, riassumiamo qui di seguito le conclusioni che peraltro simulano un caso neutro, ovvero in assenza di vento. Se si rimane in scia si suggerisce di mantenere una distanza di 5 metri se si cammina a 4 km/h nella stessa direzione di marcia, di 10 metri se si corre o pedala lentamente a 14,4 km/h (equivalenti a 4’10” al chilometro) e di 20 metri alla velocità di 30 km/h. Ovviamente in questo ultimo caso ci si riferisce solo ai ciclisti. Se invece si procede affiancati o “sfalsati” in diagonale, insomma non in scia o a ruota per usare una terminologia ciclistica, il rischio di catturare particelle di saliva di chi ci precede diminuisce notevolmente. Precauzione da tenere anche in caso di sorpasso, da effettuare stando molto “larghi”.

Ecco un video che spiega meglio di tante parole.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=18&v=PLsuUz4m5Lg&feature=emb_title

Quindi Vi auguro buone corse o anche pedalate, ma mi raccomando: state attenti e mantenete la distanza di sicurezza!

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina